In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Terminal San Giorgio, arrivata la nuova maxi-gru / GALLERY

È di questi giorni la consegna e la messa in servizio al Terminal Sna Giorgio di Genova della nuova gru mobile portuale Konecranes Esp.8. di ultima generazione del valore di oltre cinque milioni di euro. L’ordine di questa gru era già stato annunciato dal terminalista a fine 2021

1 minuto di lettura

Genova - È di questi giorni la consegna e la messa in servizio al Terminal Sna Giorgio di Genova della nuova gru mobile portuale Konecranes Esp.8. di ultima generazione del valore di oltre cinque milioni di euro. L’ordine di questa gru (con motore elettrico supplementare, capacità di sollevamento fino a 150 tonnellate e sbraccio operativo fino a 54 metri) era già stato annunciato dal terminalista a fine 2021, che descriveva – in allora – la nuova gru come una tappa fondamentale di un piano d’investimento biennale di oltre 10 milioni di euro, “progetto che stiamo portando avanti con l’obiettivo di favorire la crescita e l’efficienza dei nostri traffici che già nei primi mesi del 2022 hanno fatto registrare una crescita record, dopo aver chiuso il 2021 con i maggiori volumi di sempre”, conferma l’amministratore delegato Maurizio Anselmo.

Sempre in queste settimane, sono stati consegnati gli ulteriori cinque trattori portuali Terberg modello Rt223, a potenziamento della flotta rotabile 4x4 che conta oggi oltre 20 unità con caratteristiche di polivalenza (traino rotabili standard e carichi eccezionali su roll-trailer platform). A completamento di un portafoglio ordini impegnativo per Tsg, sono andate in consegna nelle scorse settimane anche quatro nuove semoventi reach stacker (Kalmar e Hyster), di ultima generazione, con capacità di sollevamento fino a 46 tonnellate:  “Non solo un ruolo di riferimento consolidato nel settore ro-ro (volumi record per l’armatore Grimaldi Napoli con le Autostrade del Mare) ma anche rinnovata vocazione di player multipurpose per il nostro Terminal San Giorgio, che agli albori del suo quarto lustro di attività, persevera nella sua volontà di ampliare il ventaglio dei servizi e di soluzioni d’imbarco, anche grazie ad un costante ampliamento del parco mezzi con standard di massima efficienza” conclude Anselmo.

I commenti dei lettori