Patto Dp World-Genova, le dichiarazioni finali

È stato siglato oggi a Palazzo San Giorgio il Memorandum of Understanding tra il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, e da Dp World nella persona di Simon Pituot, direttore commercio, trasformazione e logistica

Genova - È stato siglato oggi a Palazzo San Giorgio il Memorandum of Understanding tra il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, e da Dp World nella persona di Simon Pituot, direttore commercio, trasformazione e logistica: un protocollo d’intesa volto a realizzare la collaborazione per lo sviluppo della filiera trasportistica, logistica e industriale del sistema portuale.

Il MoU, firmato oggi dal maggiore sistema portuale italiano e il principale operatore logistico portuale degli Emirati Arabi - a valle della missione istituzionale della Regione Liguria all’Expo di Dubai - prevede lo svolgimento di attività a supporto dello sviluppo della rete dei porti e dei terminal retroportuali, di zone logistiche e industriali, di centri servizi e soluzioni per l’autotrasporto, la gestione di magazzini, la condivisione di best practice e l’eventuale istituzione di un corridoio internazionale multimodale logistico, anche attraverso l’analisi comparata di Port Community System: “Dp World è specializzata nell'integrazione con i retroporti - spiega Signorini -. Terzo operatore mondiale è uno dei maggiori fornitori di servizi di supply chain e logistica a livello globale, con una presenza in 69 Paesi ed è un importante facilitatore del flusso commerciale internazionale. Come sesto porto porto di importazione ed esportazione europeo, abbiamo grande interesse a migliorare la connettività tra i nostri scali portuali e gli inland terminal. Avere un partner di grande esperienza internazionale come Dp World rappresenta una opportunità importante per completare la catena logistica e dare ulteriore sviluppo ai nostri traffici".

“C'è un enorme potenziale da sviluppare e integrare nelle infrastrutture logistiche e commerciali di Genova - dice Pitout -. Così da favorire enormi vantaggi economici. Attraverso questo Memorandum of Understanding miriamo a condividere la nostra competenza nella creazione di soluzioni più intelligenti, efficienti, sostenibili e innovative nella logistica end-to-end per esplorare modi in cui potremmo potenzialmente supportare Genova a massimizzare la sua posizione strategica e aumentare i flussi commerciali a livello nazionale e nel territorio circostante”.

“Questo Memorandum - afferma il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti - è uno dei più importanti frutti della missione istituzionale a Dubai quando con il presidente Signorini abbiamo visitato i vertici di Dp World, il principale terminalista della zona degli Emirati con 22 milioni di contenitori movimentati ogni anno e una catena logistica straordinaria. In quel contesto erano state approfondite le opportunità di collaborazioni future, che oggi si concretizzano in un documento strategico per la crescita e lo sviluppo di questo scalo”. “Genova - dice il sindaco Marco Bucci - è il porto da cui transitano le merci verso l’Europa attraverso il corridoio Reno-Alpi il più importante dell’Europa occidentale. E Genova è una città sempre alla ricerca di investimenti perché con il porto ha come obiettivo continuare ad essere la porta da sud verso i mercati dell’Europa. Non è crocevia solo di merci ma anche di dati visto che la città ospita il nuovo hub di attracco per cavi sottomarini Gn1. Grazie a questo saremo uno dei principali porti digitali d’Europa, con un ruolo chiave nel trasferimento dei dati a livello globale per mettere in connessione circa 3,2 miliardi di persone, la metà degli abitanti dell’intero pianeta, Asia, Africa, Europa”. “Questo documento - aggiunge l’assessore allo Sviluppo economico e alla portualità della Regione Liguria, Andrea Benveduti - rappresenta un primo passo fattivo dei molti contatti stretti durante la nostra visita a Dubai e un segnale concreto di un generale interesse della comunità internazionale dello shipping e della logistica nei confronti del territorio ligure e delle sue potenzialità presenti e future. Auspichiamo che il completamento delle infrastrutture in fase di realizzazione ci consenta di poter sviluppare appieno queste potenzialità”. “Il nostro aeroporto è un anello della catena logistica ligure, impegnato a fornire i servizi di accessibilità aerea a beneficio delle realtà produttive del territorio, e prima tra queste al porto di Genova - commenta Paolo Odone, presidente dell’Aeroporto di Genova -. I nostri complimenti all’Autorità di sistema portuale, che con questa firma sancisce un rapporto di collaborazione strategica con uno dei principali protagonisti mondiali del trasporto marittimo, foriero di ricadute positive per la città e per tutti gli operatori economici del settore”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA