Porto di Genova: il Consiglio di Stato dà ragione all’Authority sul no all’ampliamento del Gmt

Il Genoa metal terminal a Genova

Genova - Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dell'Autorità portuale del mar Ligure Occidentale contro Steinweg-Gmt e Spinelli srl incorporante Industrie Rebora e ha affermato la legittimità degli atti con cui il comitato portuale di Palazzo San Giorgio nel 2012 aveva respinto la domanda di Gmt (Genoa metal terminal) per ampliare di circa mille metri quadrati le aree che aveva già in concessione demaniale marittima a Ponte Eritrea e a Calata Mogadiscio.

Il Consiglio di Stato ha ribaltato la sentenza del Tar della Liguria che nel 2018 aveva accolto il ricorso di Gmt contro la bocciatura della richiesta. Il Tar della Liguria aveva annullato la delibera negativa del comitato portuale ritenendo il provvedimento di competenza del Presidente di Palazzo San Giorgio. Il Consiglio di Stato ha ribadito invece come legittima la decisione dell'Authority e la competenza del comitato portuale (ora comitato di gestione) sulle decisioni in merito a concessioni di durata superiore ai quattro anni come nel caso di Gmt.

©RIPRODUZIONE RISERVATA