Nuova Diga di Genova, la Cgil: "Togliere il vincolo di finirla entro il 2026"

Questa mattina in Commissione regionale Cgil Genova e Liguria, Filt e Fillea hanno rappresentato le proprie preoccupazioni circa la difficile situazione nella quale si è venuta a trovare la realizzazione della nuova diga foranea del Porto di Genova e delle possibili conseguenze di questa situazione

Genova - Questa mattina in Commissione regionale Cgil Genova e Liguria, Filt e Fillea hanno rappresentato le proprie preoccupazioni circa la difficile situazione nella quale si è venuta a trovare la realizzazione della nuova diga foranea del Porto di Genova e delle possibili conseguenze di questa situazione su sviluppo e occupazione.

Essendo una delle principali opere marittime, forse la più importante costruita in Italia, la Cgil condivide la necessità di un momento di riflessione sulla sua realizzazione, sui costi, sui tempi e su tutto quanto occorre affinchè la sua realizzazione risponda al meglio alle necessità del Paese. Ma questo non deve pregiudicarne in alcun modo il suo compimento: "L’opera - dicono dal sindacato - consentirà al porto di essere competitivo con gli scali del Nord Europa in termini di capacità di movimentazione di merci e persone, porterà nuova occupazione e occasioni di sviluppo per il territorio. La sua realizzazione darebbe anche piena efficacia alle altre grandi opere come il Terzo valico o il Nodo ferroviario di Genova, solo per citarne alcune.  Vista la sua importanza quindi è fondamentale che si trovino tutti gli strumenti necessari alla sua realizzazione, compreso lo svincolo dalle scadenze temporali previste dal bando per il 2026 da conseguire anche attraverso la modifica e l’aumento delle fonti di finanziamento. La Cgil è pronta al confronto sulle questioni relative all’occupazione, a vigilare su quelle legate alla sicurezza durante la realizzazione dell’opera e la successiva gestione e sostiene ogni percorso sostenibile che agevoli la ripresa economica e la buona occupazione del territorio".

©RIPRODUZIONE RISERVATA