In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
Il risiko della aree

Ex Enel, nuovo ricorso a Genova, Superba va all’attacco sulle aree

Nuovo capitolo nell’accidentata battaglia per le aree sotto la Lanterna. Ad aprire le polveri questa volta è la società Superba, che nei giorni scorsi ha presentato ricorso al Tar contro l’assentimento di 1.340 metri quadrati al gruppo Spinelli sul Ponte Ex Idroscalo

di Alberto Quarati
1 minuto di lettura

L'area portuale di Genova intorno alla Lanterna

 

Genova – Nuovo capitolo nell’accidentata battaglia per le aree sotto la Lanterna. Ad aprire le polveri questa volta è la società Superba, che nei giorni scorsi ha presentato ricorso al Tar contro l’assentimento di 1.340 metri quadrati al gruppo Spinelli sul Ponte Ex Idroscalo, uno dei tanti pezzi che componevano il puzzle dell’area che per semplificare viene detta Ex Carbonile Enel.

La Superba, insieme alla società Carmagnani, è la società che ha in piedi il progetto per il trasferimento dei propri Depositi chimici da Multedo a Ponte Somalia. La notizia, riportata da shippingitaly.it, si inquadra ancora nel contenzioso che la Superba ha aperto su queste aree sin dal 2017, quando presentò un’istanza per portare i Depositi proprio sotto la Lanterna.

In questo braccio di ferro, ebbe la meglio la richiesta di Spinelli, cui progressivamente sono andate tutti vari compendi via via lasciati dall’Enel. Sotto il profilo strategico, la mossa di Superba (tra l’altro su un compendio esteso meno di un supermercato di media grandezza) indica che sì l’attenzione è tutta su Ponte Somalia, ma che l’azienda continua a tenere d’occhio anche altre aree del porto per lo spostamento dei Depositi.

Non è comunque questo il nodo più complesso che l’Adsp deve sciogliere in zona Lanterna: Palazzo San Giorgio infatti deve ancora decidere se aggiudicare o meno gli ultimi 14 mila metri quadrati del compendio. Inizialmente Palazzo San Giorgio puntava a chiudere il cerchio e consegnarli a Spinelli, ma l’area è ambìta anche da Stazioni Marittime (Msc), che ha rivendicato l’area per attività legate ai traghetti ora ospitate al Terminal Bettolo. E anche Superba aveva presentato la propria istanza.

I commenti dei lettori