Piombino, riparte l’export via mare di rotaie

Livorno - È la prima volta che vengono vendute rotaie dall’Italia al Portogallo ed erano 16 anni che Piombino non esportava binari.

Livorno - Avviato, con un primo carico su nave di 3.500 tonnellate, l’export di rotaie lunghe 108 metri destinate al Portogallo e prodotte nell’acciaieria Jsw Steel Italy di Piombino (Livorno), unico stabilimento italiano a produrre binari. È la prima volta che vengono vendute rotaie dall’Italia al Portogallo ed erano 16 anni che Piombino non esportava binari. Il carico è stato posizionato sulla nave project Combi Dock 1. Le operazioni di stivaggio durano l’intero weekend.

La nave Combi Dock 1 dovrebbe salpare il 1° ottobre. Entro fine anno sono previste altre due forniture per un totale, come previsto dall’appalto, di 8.600 tonnellate di rotaie destinate alla rete ferroviaria del Portogallo. La linea di laminazione, finitura, confezionamento e controllo qualitativo del sito di Piombino ha occupato 190 tra tecnici e lavoratori mentre la movimentazione ha reso necessario l’intervento di 20 tecnici di Piombino Logistics. In una fase successiva un altro carico di rotaie realizzate da Jsw Steel Italy Piombino andrà a Barcellona (Spagna) per 37 km di metropolitana. «Oggi è una grande giornata per Jsw Steel Italy Piombino - dichiara Mohan Babu, chief operating officer di Jsw Steel Italy Piombino -, grazie al valore e alle grandi qualità dei suoi uomini è riuscita a portare a casa un grande risultato. Da chi si occupa del commerciale fino a tutti gli uomini del treno rotaie si è fatto un grande lavoro di squadra e oggi con le istituzioni locali viviamo una grande emozione. Stiamo riscrivendo la storia di Piombino e vogliamo valorizzare questo grande patrimonio industriale e un made in Italy che è risultato altamente competitivo sui mercati internazionali».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: