EasyJet pensa all’aereo ibrido con Airbus

Milano - La compagnia aerea EasyJet ha annunciato che sarà la prima al mondo a raggiungere la neutralità del carbonio per i suoi voli e ha annunciato una partnership di ricerca con Airbus sull’aereo ibrido. Il gruppo britannico inizialmente sottoscriverà i sistemi di «compensazione del carbonio»

Milano - La compagnia aerea EasyJet ha annunciato che sarà la prima al mondo a raggiungere la neutralità del carbonio per i suoi voli e ha annunciato una partnership di ricerca con Airbus sull’aereo ibrido. Il gruppo britannico inizialmente sottoscriverà i sistemi di «compensazione del carbonio», che gli consentiranno di realizzare progetti ecologici e compensare le emissioni di anidride carbonica dei suoi voli. Misure, viene spiegato, che sono temporanee in attesa dello sviluppo di tecnologie in grado di pilotare aeromobili ibridi o elettrici.

Intanto però la compagnia britannica ha archiviato l’anno 2018-2019 con un utile netto in calo del 2,5%, penalizzato dalle incertezze sull’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea e dal rallentamento dell’economia nel Vecchio Continente, il tutto in un mercato molto competitivo.

L’utile netto è stato di 349 milioni di sterline (408 milioni di euro) per l’esercizio finanziario annuale dal 1 ottobre 2018 al 30 settembre 2019 e il fatturato totale è aumentato dell’8,3% a 6,3 miliardi di sterline. L’utile ante imposte è sceso del 26% a 427 milioni di sterline, nella parte alta del target. La società propone un dividendo di 43,9 pence per azione, in calo da 58,6 pence un anno prima.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: