Piaggio Aerospace, arrivano 50 milioni ma il finanziamento per il P180 slitta ancora

Si è tenuto questa mattina un incontro al Mise sulla società aeronautica fra Fim, Fiom e Uilm, il commissario della Vincenzo Nicastro, alla presenza del generale Flavio Guercio del ministero della Difesa e di Giorgio Sorial per il Mise

Un corteo dei lavoratori Piaggio Aerospace

Genova - Si è tenuto questa mattina un incontro al Mise su Piaggio Aerospace fra le organizzazioni sindacali Fim, Fiom, Uilm, il commissario della società Vincenzo Nicastro, alla presenza del generale Flavio Guercio del ministero della Difesa e di Giorgio Sorial per il Mise.

«È stata comunicata - spiega Alessandro Vella, segretario Fim Liguria - la firma per un contratto del valore di 50 milioni per i motori degli elicotteri mentre slitta a lunedì 23 dicembre la firma per i nove P180 nuovi e il primo dei 19 previsti per l'ammodernamento della flotta istituzionale del valore complessivo di 130 milioni di euro».

Gli occupati complessivi di Piaggio Aerospace sono 994 (21 di Piaggio Aviation), in gran parte in cassa integrazione straordinaria. «La sottoscrizione dei contratti è importante sia per il programma di rientro dei dipendenti dalla Cigs sia per la sostenibilità finanziaria dell'azienda stessa - sottolinea Vella -. A tale proposito è in corso con gli istituti di credito una trattativa tale da permettere l'operatività della azienda per tutto il 2020. È prevista inoltre la pubblicazione del bando di gara entro la fine del mese di gennaio, e contemporaneamente sta proseguendo la trattativa di definizione dei contratti per il supporto basi logistiche e i restanti 18 retrofit (P180). Mentre il programma P1HH è in attesa della dei requisiti tecnici chiesti dalla Difesa».

«Piccoli passi avanti ma oggi ci aspettavamo la firma definitiva dei contratti sui velivoli per poter dare finalmente una buona notizia - afferma il sindacalista -. Esprimiamo la nostra preoccupazione sull'allungamento dei tempi di rientro dei lavoratori»

©RIPRODUZIONE RISERVATA