Ferrovie, caccia a tremila macchinisti nei prossimi tre anni

Gts, operatore europeo del trasporto intermodale delle merci ha avviato una collaborazione con Rail Academy, centro di formazione riconosciuto dall'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie

La stazione ferroviaria di Roma Termini

Roma - Il mercato del comparto ferroviario, soprattutto delle imprese cargo, ha bisogno di macchinisti. Solo in Italia infatti sono circa 3.000 quelli di cui avrà bisogno il comparto per i prossimi 3 anni. Così, si spiega in una nota, il gruppo Gts, operatore europeo del trasporto intermodale delle merci ha avviato una collaborazione con Rail Academy, centro di formazione riconosciuto dall'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), per formare nuove risorse per l'attività di conduzione di treni e locomotori. «Anche noi di GTS - dichiara il ceo Alessio Muciaccia - siamo alla ricerca di macchinisti: 10 primi agenti, cioè con piena responsabilità del convoglio, da assumere subito a tempo indeterminato e altri 10 entro la fine dell'anno». «Questa tipologia di formazione altamente professionalizzante permette ad oggi di accedere al mondo del lavoro, cogliendo concrete opportunità di occupazione in ambito ferroviario su territorio nazionale», afferma Roberto Salamone, direzione tecnica Rail Academy.

©RIPRODUZIONE RISERVATA