Hyperloop, l'Europa si prepara alla nuova tecnologia

A proporre la creazione di una commissione congiunta per definire standard comuni europei sono stati gli enti nazionali di standardizziazione di Spagna e Paesi Bassi, paesi che sono particolarmente interessati allo sviluppo di questa tecnica

Musk presenta la tecnologia Hyperloop

di Alberto Ghiara

Bruxelles - L’Europa vuole standard armonizzati in vista della creazione di una rete continentale di tipo hyperloop. Un comitato tecnico denominato Jtc 20 è stato istituito con questo obiettivo da Cen e Cenelec, gli organismi europei che si occupano di standardizzazione tencica e in cui sono rappresentati 34 paesi, fra cui i 27 dell’Unione europea, oltre a Regno Unito, Macedonia del Nord, Serbia, Turchia, Norvegia, Islanda e Svizzera. Hyperloop è un sistema di trasporto terrestre iperveloce che si sviluppa all’interno di tubi a bassa pressione. Finora esiste soltanto in forma di prototipi su cui stanno lavorando sia la compagnia omonima, sia altre con sistemi simili. Il sistema si propone per il trasporto di passeggeri, di animali e degli altri tipi di merce.

«Cen e Cenelec - spiegano le due associazioni in un comunicato - sono impegnate a favorire lo sviluppo armonico delle tecniche di trasporto tradizionali e di quelle innovative, attrverso compatibilità, connettività e sostenibilità». Il comunicato spiega che hyperloop presenta vantaggi in termini di sicurezza, risparmio di tempo, riduzione di gas a effetto serra e ricadute economiche. A proporre la creazione di una commissione congiunta per definire standard comuni europei sono stati gli enti nazionali di standardizziazione di Spagna e Paesi Bassi, paesi che sono particolarmente interessati allo sviluppo di questa tecnica. Un consorzio di imprese europee e canadesi impegnate nello sviluppo del sistema e che ha spinto per la definizione di standard comuni comprende Hardt Hyperloop (Paesi Bassi), Hyper Poland (Polonia), TransPod (Canada, con sedi in Italia e Francia) e Zeleros Hyperloop (Spagna). Nel giugno 2018 queste quattro imprese hanno firmato un accordo a Bruxelles per operare in maniera coordinata con le amministrazioni pubbliche per definire regole e standard per la realizzaizone della rete continentale.
Alla fine del 2019, Nen e Une, ossia gli enti nazionali per la standardizzazione di Spagna e Paesi Bassi, che fanno parte di Cen e Cenelec, hanno chiesto la costituzione de Jtc 20, che è stata approvata lo scorso 5 febbraio. «Visto che i sistemi hyperloop - affermano Cen e Cenelec - sono all’incrocio di diverse tecnologie di trasporto, il nuovo Jtc beneficerà anche dell’esperienza in campo di standardizzazione ferroviaria, spaziale e degli apparecchi a pressione, in cui Cen e Cenelec sono molto attivi grazie alle richieste di standardizzazione da parte dell’Unione europea». La prima idea di questo sistema è stata lanciata nel 2012 dall’imprenditore sudafricano Elon Musk, creatore di PayPal e attivo nel settore trasporti innovativi con le auto a guida autonoma (Tesla) e i viaggi spaziali (SpaceX).

©RIPRODUZIONE RISERVATA