Usa, accordo raggiunto: Trump salva le compagnie aeree

L'amministrazione Trump ha raggiunto un accordo di principio con le maggiori compagnie aeree americane sui termini per il salvataggio del settore

Washington - L'amministrazione Trump ha raggiunto un accordo di principio con le maggiori compagnie aeree americane sui termini per il salvataggio del settore. A partecipare al programma, varato da Congresso nell'ambito del piano di aiuti da 2.200 miliardi di dollari per l'economia americana alle prese con il coronavirus, sono dieci colossi americani. Da Delta a United Airlines, da American Airlines a Southwest Airlines. «Siamo lieti che molte delle maggiore compagnie intendono partecipare al Payroll Support Program», afferma il segretario al Tesoro Steven Mnuchin. «L'intesa aiuta i lavoratori e preserva l'importanza strategica dell'industria aerea consentendo allo stesso tempo un appropriato compenso ai contribuenti», aggiunge Mnuchin. I fondi a disposizione devono essere usati per pagare i dipendenti e alle compagnie che li accettano è vietato effettuare forti tagli dell'occupazione o dei salari fino a settembre.
American Airlines dovrebbe ricevere 5,8 miliardi di dollari, SouthWest invece 3,2 miliardi. Gli aiuti del governo sono un'ancora di salvezza per le compagnie aeree che a causa del coronavirus hanno visto la domanda evaporare e i pochi aerei che ancora volano sono pieni al 5% tanto che in alcuni casi le società incassano meno in biglietti venduti di quanto spendono per rimborsare i biglietti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA