Lavoratori Spea sospesi, il tribunale accoglie il ricorso

Genova - Nei primi mesi dell’anno, Spea - l’azienda di manutenzione e progettazione partecipata da Autostrade - ha sospeso dal lavoro e dallo stipendio cinque tecnici. La Fillea Cgil ha supportato i cinque lavoratori ai quali venivano contestate condotte di rilevanza disciplinare relative a mancate ispezioni e/o relazioni di falsi rapporti

Genova - Nei primi mesi dell’anno, Spea - l’azienda di manutenzione e progettazione partecipata da Autostrade - ha sospeso dal lavoro e dallo stipendio cinque tecnici. La Fillea Cgil ha supportato i cinque lavoratori ai quali venivano contestate condotte di rilevanza disciplinare relative a mancate ispezioni e/o relazioni di falsi rapporti. La Fillea ha sostenuto che i cinque tecnici hanno operato secondo coscienza, ognuno per le proprie competenze, "applicando scrupolosamente le procedure impartite dalla propria linea gerarchica aziendale". Posizione confermata dalla sentenza del Tribunale di Genova dove si legge che "non può ritenersi giustificata la sospensione della retribuzione in quanto i comportamenti non sono riferibili a fatti propri del lavoratore, ma dello stesso datore di lavoro".

Il Tribunale ha accolto totalmente il ricorso, seguito dall’avvocato Agostino Califano, e ha ordinato all’azienda di sospendere i provvedimenti di sospensione cautelativa comminati ai cinque tecnici e ripristinare la retribuzione oltre alla condanna alle spese legali: “La sentenza odierna conferma i nostri convincimenti - afferma soddisfatto il segretario generale Fillea Cgil Genova e Liguria Federico Pezzoli -. Sono stati mesi difficili per i lavoratori, acuiti anche dalla fase di lockdown. L’auspicio è che ora si possa guardare avanti e che si sia concluso un capitolo spiacevole delle relazioni sindacali con l’azienda”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: