Un piattaforma digitale contro la carenza di autisti

Roma - Autotrasporto e carenza di autisti: domanda e offerta si incontrano in una piattaforma nata in Liguria e attiva in tutta Italia, che comprende un progetto di formazione presente in otto regioni (Piemonte, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto, Puglia, Marche e Liguria). L'iniziativa si chiama Global Recruitment ed è una piattaforma telematica di accesso gratuito che prevede un sistema geolocalizzato

Roma - Autotrasporto e carenza di autisti: domanda e offerta si incontrano in una piattaforma nata in Liguria e attiva in tutta Italia, che comprende un progetto di formazione presente in otto regioni (Piemonte, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto, Puglia, Marche e Liguria). L'iniziativa si chiama Global Recruitment ed è una piattaforma telematica di accesso gratuito che prevede un sistema geolocalizzato che funge da banca dati messa a disposizione degli operatori del trasporto, della logistica e delle spedizioni Il progetto, ideato e realizzato da Consorzio Global (che riunisce oltre 800 aziende del trasporto terrestre, marittimo e della logistica), in pochi mesi ha già raccolto l'adesione di 80 aziende di autotrasporto e l'iscrizione di 130 autisti alla ricerca di un lavoro qualificato. Sul problema della mancanza di autisti è recentemente intervenuto anche il governo, con il bonus patente, l'incentivo per i futuri conducenti dell' autotrasporto inserito nel decreto Infrastrutture, che è stato accolto con soddisfazione dagli stakeholders della filiera dei trasporti.

Uno stimolo in più verso progetti studiati per favorire l'incontro tra domanda e offerta e dare uno strumento utile alle aziende che cercano autisti professionali e aspiranti autisti in cerca di un posto di lavoro. Un ruolo importante nello sviluppo del Global Recruitment è anche quello delle autoscuole: il 2022 sarà infatti, con il bonus patente, un anno particolarmente propizio in termini numerici nel rilascio di nuove patenti per l'autotrasporto. Attraverso la rete di Unasca sono circa 50 le autoscuole che si sono interessate al progetto e coprono diverse realtà regionali. Il recente convegno di Unasca a Roma è stato l'occasione per proseguire il lavoro di crescita e sinergia tra i vari attori coinvolti in questa iniziativa: «L'esperienza delle autoscuole e il contatto diretto sul territorio possono essere un prezioso valore aggiunto per questo nostro progetto» conclude Benedetta Milan, responsabile di produzione di Consorzio Global.

«L'obiettivo è quello di offrire uno strumento utile e concreto per creare prospettive di impiego in un settore in continua espansione - spiega il presidente di Consorzio Global Davide Falteri -. Il nostro progetto è un primo passo a sostegno sia del lavoratore che delle imprese, mette insieme parti sociali e associazioni di categoria. Grazie alla collaborazione con l'agenzia per il lavoro Intempo del gruppo Ranstad viene individuato il punto d'incontro fra diverse informazioni generando un circolo virtuoso per la formazione di nuovi autisti. Questa fase del progetto è già stata attivata in Piemonte, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto, Puglia, Marche e Liguria».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: