In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Ex Bombardier, commessa da 15 locomotive

«Aumenta il nostro impegno per lo sviluppo del trasporto ferroviario in Italia. Ricordo con orgoglio che Railpool è stata la prima società di leasing a investire nelle locomotive Traxx Dc3». Così Alberto Lacchini, ingegnere savonese oggi direttore generale di Railpool Branch Italia e Sud Europa

G. V.
1 minuto di lettura

Vado Ligure - «Aumenta il nostro impegno per lo sviluppo del trasporto ferroviario in Italia. Ricordo con orgoglio che Railpool è stata la prima società di leasing a investire nelle locomotive Traxx Dc3». Alberto Lacchini, ingegnere savonese oggi direttore generale di Railpool Branch Italia e Sud Europa, ha così annunciato il nuovo ordine di 15 locomotive, con un’opzione per altre cinque macchine, assegnato a Alstom-Bombardier Transportation.

Tra l’altro per Lacchini la soddisfazione è doppia, visto che aveva mosso i primi passi della sua carriera proprio nello stabilimento vadese di Bombardier. La nuova commessa, già annunciata dal Secolo XIX, è stata firmata dall'amministratore delegato di Railpool, Torsten Lehnert, e costituisce un’ulteriore iniezione di lavoro per la storica fabbrica di Vado, oggi di proprietà del gigante francese Alstom. Le locomotive verranno prodotte a Vado e Kassel, in Germania, per essere destinate al noleggio verso operatori di Italia, Norvegia e Svezia: «A questo punto le Traxx Dc3 in servizio in Italia sono ben 93 - sottolinea Michele Viale, ad di Alstom Italia -. Railpool è uno dei nostri maggiori clienti nel trasporto merci, il nuovo ordine conferma una collaborazione di grande successo che contribuirà a sviluppare la nostra piattaforma Traxx». «L’ordine di queste 15 locomotive - spiega Torsten Lehnert, Ceo di Railpool - espanderà la nostra flotta di Traxx a più di 250 unità con il concetto di full-service».

I commenti dei lettori