In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Sace spinge la filiera italiana di Alstom

Sace e Alstom hanno siglato un accordo di collaborazione per incrementare le esportazioni del costruttore ferroviario dall’Italia e rafforzare il legame del gruppo con la filiera italiana di riferimento: si tratta di un Export Boost Framework Agreement

2 minuti di lettura

Roma - Sace e Alstom hanno siglato un accordo di collaborazione per incrementare le esportazioni del costruttore ferroviario dall’Italia e rafforzare il legame del gruppo con la filiera italiana di riferimento. Con l’Export Boost Framework Agreement siglato infatti la Sace si rende disponibile a valutare l’emissione di garanzie su operazioni di credito all'export a beneficio di Alstom sulla base degli acquisti complessivi che le società del gruppo effettuano dai fornitori italiani. L’obiettivo è favorire l'approvvigionamento di Alstom presso le aziende esportatrici italiane. Inoltre, per aumentare il procurement delle realtà italiane, Alstom si impegna a partecipare a incontri organizzati insieme alla Sace con le piccole e medie imprese interessate ad accreditarsi come fornitori del gruppo. L’accordo prevede due principali aree di collaborazione:
• supporto diretto all’export di Alstom Italia;
• partnership strategica a supporto dei progetti internazionali di Alstom e dell’export di gruppo commisurato al procurement complessivo del gruppo.

L’iniziativa Export Boost, che vede la Sace collaborare con grandi gruppi internazionali attraverso la stipula di un Framework Agreement, nasce dall’esperienza maturata dall’azienda guidata da Pierfrancesco Latini nel supporto all’export italiano. L’obiettivo principale è sostenere la filiera italiana, in particolare le Pmi e le medie imprese, rafforzandone il posizionamento nelle catene di fornitura globali. Fortemente radicata nella tradizione ferroviaria italiana, Alstom in Italia produce treni da 160 anni, apparecchiature di segnalamento da 90 anni e sistemi di trazione da 60 anni. Oggi, con 10 siti distribuiti sul territorio nazionale e più di 3.500 dipendenti Alstom è un solido imprenditore locale, riconosciuto come una delle aziende leader nel mercato italiano.

Alstom in Italia ha due centri di competenza globale con i treni ad alta velocità Avelia Pendolino e nei treni regionali monopiano con il Coradia Stream, ma anche nelle apparecchiature e sistemi di segnalamento ferroviario. Il gruppo inoltre per la realizzazione dei suoi progetti all’estero, utilizza diversi fornitori italiani, con un procurement complessivo che negli ultimi 12 mesi si attesta intorno a euro 350 milioni: “Alstom è un’eccellenza mondiale in un settore - quello dei trasporti e delle infrastrutture ferroviarie - che rappresenta uno dei pilastri della transizione globale verso un modello di mobilità più sostenibile - dice Latini -. Siamo quindi orgogliosi di collaborare con una realtà di così grande rilevanza internazionale e dai radicati rapporti con la filiera italiana. Questo accordo rappresenta un importante elemento strategico a sostegno dell’export e dell’internazionalizzazione, agevolando l’accesso ai finanziamenti da parte del gruppo Alstom e supportando in questo modo, direttamente e indirettamente, le forniture da imprese italiane, in particolare le Pmi. Siamo infatti fiduciosi che questa intesa permetterà alle nostre imprese di incrementare le relazioni commerciali con il gruppo e di migliorare la propria competitività nel mondo”. “La partnership con Sace ci rende molto orgogliosi e conferma il ruolo di Alstom nel settore industriale italiano e ferroviario. Un settore che con gli investimenti del Pnrr si prepara alla transizione energetica, che darà vita a una mobilità sostenibile, verde e a impatto ambientale zero. L’accordo rappresenta un importante sostegno all’export e all’internazionalizzazione, oltre che un grande supporto per tutti gli operatori che collaborano con noi ogni giorno per costruire il futuro del trasporto ferroviario” aggiunge Michele Viale, direttore generale di Alstom Italia e presidente e ad di Alstom Ferroviaria.

I commenti dei lettori