Marina militare: ultima campagna per le navi Euro, Aviere e Driade

Roma - Oggi la fregata Euro, il pattugliatore di squadra Aviere e la corvetta Driade della Marina militare sono partite dalla Spezia per iniziare la loro ultima campagna navale.

Roma - Oggi la fregata Euro, il pattugliatore di squadra Aviere e la corvetta Driade della Marina militare sono partite dalla Spezia per iniziare la loro ultima campagna navale che le vedrà far visita in alcuni porti del Mar Tirreno, prima del definitivo rientro nelle rispettive basi in vista della imminente radiazione dal naviglio militare. Le tre unità navali hanno recentemente partecipato all’Arsenale militare della Spezia alla vetrina internazionale della blue-economy “SeaFuture 2018” e nei prossimi giorni navigheranno seguendo due distinti itinerari per salutare l’Italia e gli italiani: l’Euro e l’Aviere sosteranno nei porti di Salerno, Reggio Calabria e Crotone prima di rientrare a Taranto, mentre il Driade farà tappa nelle città di Gaeta e Piombino, prima di rientrare ad Augusta.

«Saranno le ultime occasioni - sottolinea la Forza armata - per visitare queste gloriose rappresentanti di una parte di storia della Marina militare, che a breve verranno dismesse dopo oltre 30 anni di attività al servizio del Paese». Durante la loro ultima navigazione, la fregata Euro, al comando del capitano di fregata Nicolò Pisani, e il pattugliatore di Squadra Aviere, al comando del capitano di fregata Bruno Viafora, avranno anche il compito di formare il personale della Scuola navale militare «Francesco Morosini». Infatti, a bordo di entrambe le unità sono imbarcati gli allievi del secondo corso dell’istituto di formazione che ha sede a Venezia, i quali affronteranno così la loro la prima esperienza d’imbarco sulle unità della Marina militare, seguendo il tradizionale programma di formazione nel settore marinaresco, della sicurezza, della condotta della navigazione e nell’ambito etico-militare.

Con la cancellazione dai ruoli del naviglio militare delle tre navi, continua il processo di adeguamento della flotta della Marina in corso da qualche anno che ha visto le dismissioni, per usura e anzianità, di molte unità navali: le fregate Maestrale ed Aliseo, le corvette Minerva, Sibilla, Danaide, Urania, i pattugliatori d’altura Bersagliere, Granatiere e Artigliere e i cacciamine Lerici e Sapri. La fregata Euro, il pattugliatore d’altura Aviere e la corvetta Driade, termineranno la loro vita operativa il prossimo 16 luglio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA