Tregua con i commissari: Tirrenia ha ripreso le operazioni

Nel frattempo, l'intesa tra il gruppo Onorato e il governatore sardo Christian Solinas ha di fatto impedito lo stop forzato delle merci

Roma - I traghetti di Tirrenia, fermi da lunedì dopo che la società Cin ha deciso di bloccare i collegamenti per far fronte al sequestro dei conti correnti da parte dei commissari, ripartiranno - secondo quanto si apprende - già da questa sera. A renderlo possibile l'accordo raggiunto tra Cin e commissari dell'amministrazione straordinaria dopo la mediazione dei ministri delle infrastrutture e trasporti e dello sviluppo economico.

Nel frattempo, l'intesa tra il gruppo Onorato e il governatore sardo Christian Solinas ha di fatto impedito lo stop forzato delle merci. Attualmente è Moby, con i suoi cargo merci - adibiti anche al trasporto dei pochi passeggeri autorizzati a viaggiare dalla Regione - a garantire gli approvvigionamenti per l'Isola e l'imbarco dei prodotti esportati dalle aziende isolane ancora aperte. Il servizio, che non è compreso nella convenzione di continuità marittima, viene espletato da un solo traghetto che fa la spola sulle tratte Civitavecchia-Olbia, Genova-Porto Torres, Livorno Cagliari, Livorno-Olbia e Napoli Cagliari. Nessuna corsa sostitutiva di Moby, invece, in Sicilia, dove sono ferme le navi Tirrenia che operavano sulla Ravenna-Brindisi-Catania e sulla Napoli Palermo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA