In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

Grendi lascia Vado e sceglie Carrara per il servizio su Cagliari

Carrara - La prima nave “Stena Freigther” attraccherà a Marina di Carrara il 23 aprile prossimo ed entro quella data saranno perfezionate anche le prime 10 assunzioni attingendo da forze locali.

1 minuto di lettura
mezzobusto 

Carrara - Un investimento di 8,5 milioni di euro nei primi 5 anni, 24 assunzioni totali a livello locale nell’arco dei 20 anni della concessione (10 assunzioni subito), una linea di navigazione tre volte la settimana tra i porti di Marina di Carrara e Cagliari per trasportare un centinaio di container caricati sui trailer (semi rimorchi): sono queste le cifre rese note oggi dai vertici del gruppo Grendi che ha ottenuto dalla Port Authority la seconda e ultima concessione per operare nel porto di Marina di Carrara. Durante un incontro con la stampa, avvenuto a Carrara nella sede della Camera di commercio, i fratelli Antonio e Costanza Musso, amministratori delegati del gruppo Grendi, hanno illustrato il piano industriale che la società ha intenzione di intraprendere nel porto di Marina di Carrara.
La prima nave “Stena Freigther” attraccherà a Marina di Carrara il 23 aprile prossimo ed entro quella data saranno perfezionate anche le prime 10 assunzioni attingendo da forze locali. Il gruppo usufruirà autonomamente della banchina “Buscaiol”. Attualmente opera a Vado Ligure impiegando personale in proprio con traghetti per Cagliari e altri porti del Mediterraneo.

Il gruppo Grendi ha acquisito una concessione di 20 anni che interessa 40mila metri quadrati (su un totale di 220mila del porto di Carrara) e sono previsti circa 200 camion tra imbarco e sbarco. Secondo i dati forniti da Grendi il piano industriale a Marina di Carrara prevede nel 2016 un traffico di merce rotabile per 827mila tonnellate con la prospettiva di raggiungere 2,8 milioni di tonnellate nel 2020. L’investimento previsto nei primi 5 anni della concessione è di 8,2 milioni destinati a dotare le banchine di nuovi mezzi per la movimentazione dei carichi rotabili in arrivo e in partenza.

I commenti dei lettori