Collegamenti marittimi, intesa tra Sardegna e Corsica

Cagliari - Ripartire le competenze in regime di continuità territoriale tra le due isole in modo da garantire, tramite bandi, tariffe inferiori alle attuali e stabilità del servizio.

panorama

Cagliari - La Sardegna e Corsica vanno verso un’intesa per ripartire le competenze sui collegamenti marittimi in regime di continuità territoriale tra le due isole in modo da garantire, tramite bandi, tariffe inferiori alle attuali e stabilità del servizio. Stamane, nella sede della presidenza della Giunta a Villa Devoto, sono stati concordati i contenuti del protocollo d’intesa tra gli assessori dei Trasporti delle due regioni, Massimo Deiana e Jean-Felix Acquaviva. Alla riunione erano presenti anche i direttori generali delle rispettive strutture. «Ci siamo dati appuntamento tra quattro settimane - ha detto Deiana - e nel frattempo definiremo i dettagli degli obblighi di servizio pubblico: la Corsica si occuperà dei collegamenti merci sulla tratta Propriano-Porto Torres, mentre la Sardegna continuerà a lavorare concentrandosi sulla Santa Teresa di Gallura-Bonifacio». Attualmente il trasporto via mare su queste rotte è garantito in regime di libero mercato dagli operatori La Meridionale, Moby e Blu Navy Sarnav, che riprenderà l’attività i primi giorni di marzo. «Sardegna e Corsica naturalmente confermano l’esigenza di garantire stabilità dei servizi di trasporto tra le due sponde, per questa ragione l’obiettivo è giungere a un bando per la gestione dei collegamenti in continuità territoriale», ha concluso Deiana.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: