Conftrasporto, Uggè: "Potenziare i nodi logistici"

Il presidente di Conftrasporto: "Senza penalizzare la capacità competitiva delle imprese italiane ed europee nei mercati internazionali"

Genova - Serve «promuovere con determinazione l’intermodalità - soluzione già pronta per l’efficienza energetica e la sostenibilità dei trasporti e della logistica - potenziando i nodi logistici (porti, interporti, terminal, raccordi ferroviari privati) e rendendo strutturali gli incentivi al trasporto combinato marittimo e ferroviario e lo »sconto traccia« per l’accesso alla rete»: lo afferma il presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, intervenendo al Forum di Conftrasporto. Uggè ha aggiunto che è necessario «rivedere alcune proposte del pacchetto FIT for 55, in funzione di previsioni più realistiche delle effettive capacità di riconversione della filiera (disponibilità di tecnologie rinnovabili e delle relative infrastrutture di rifornimento), senza penalizzare la capacità competitiva delle imprese italiane ed europee nei mercati internazionali».