Salerno (Rina): "Condizioni cambiate, quotazione dopo il 2021"

"Il 2020, dal punto di vista finanziario, è un anno perso per colpa del coronavirus. E’ un peccato perché abbiamo chiuso i primi 3 mesi dell’anno con risultati migliori rispetto alle aspettative"

Genova - "Rispetto ai programmi iniziali, il mondo è completamente cambiato. Quindi, la possibile quotazione potrebbe slittare oltre il 2021. Insieme al nostro advisor finanziario Lazard, stiamo realizzando un’analisi approfondita della società per capire quali sono le soluzioni migliori da mettere in campo per crescere ancora di più": lo ha detto Ugo Salerno, presidente e ad del Rina, al sito ShipMag.it.
"Il 2020, dal punto di vista finanziario, è un anno perso per colpa del coronavirus - ha detto Salerno, intervistato dal direttore Vito de Ceglia - E’ un peccato perché abbiamo chiuso i primi 3 mesi dell’anno con risultati migliori rispetto alle aspettative. Ma il resto dell’anno non sarà positivo. Detto questo, per farci trovare pronti, abbiamo istituito un team – RIACTION -, costituito da 10 persone che in sinergia con il management della società sta lavorando esclusivamente su progetti utili ad identificare un nuovo modo di lavorare che guardi al futuro. Nonostante il Covid 19, continueremo a crescere pensando sempre prima agli investimenti su nuove tecnologie e meno ai margini".

©RIPRODUZIONE RISERVATA