Notte di Pasqua, l’Aeronautica salva due uomini

Roma - Nella notte di Pasqua due voli dell’Aeronautica militare hanno consentito di salvare due uomini in pericolo di vita: un elicottero Hh139 dell’82esima Centro Csar di Trapani è decollato dalla base siciliana per trasportare un uomo in imminente pericolo di vita da Lipari e un altro da Marettimo

panorama

Roma - Nella notte di Pasqua due voli dell’Aeronautica militare hanno consentito di salvare due uomini in pericolo di vita: un elicottero Hh139 dell’82esima Centro Csar di Trapani è decollato dalla base siciliana per trasportare un uomo in imminente pericolo di vita da Lipari e un altro da Marettimo.

Nel primo caso l’elicottero è decollato dalla base di Trapani per trasportare un uomo di 56 anni colpito da malore sull’Isola di Lipari, condotto insieme a una squadra medica presso l’ospedale Papardo di Messina dove è giunto intorno alle 03.00.

Durante il primo volo l’equipaggio è stato informato che avrebbe dovuto effettuare un secondo trasporto sanitario, quindi dopo aver effettuato rifornimento presso l’aeroporto di Reggio Calabria, si è diretto, dopo aver fatto scalo a Palermo per imbarcare un’équipe medica, verso l’Isola di Marettimo dove ha imbarcato un uomo di 61 anni.

Intorno alle 07.00 di questa mattina il paziente è stato fatto sbarcare insieme al medico sulla piazzola di Valderice per la successiva ospedalizzazione presso l’ospedale di Sant’Antonio di Trapani. Gli interventi dell’Aeronautica Militare si sono resi necessari a causa dello stato del mare e delle pessime condizioni meteo che hanno reso difficili, peraltro, entrambi i trasporti. L’ordine di decollo è giunto dal Rcc (Centro di coordinamento del soccorso) della Sala Operativa del Coa (Comando operazioni aeree) di Poggio Renatico. L’82esimo Centro è uno dei reparti del 15esimo stormo dell’Aeronautica militare che garantisce, 24 ore su 24 tutto l’anno, la ricerca e il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo inoltre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita e il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteo. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15esimo Stormo hanno salvato più di 7.300 persone in pericolo di vita.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: