La "Bellatrix" prende fuoco al largo di Catania

Catania - Mercoledì, l'equipaggio di un mercantile battente bandiera boliviana è stato salvato dalla nave "Arife" al largo di Catania dopo un grave incendio scoppiato a bordo

Catania - Mercoledì, l'equipaggio di un mercantile battente bandiera boliviana è stato salvato dalla nave "Arife" al largo di Catania dopo un grave incendio scoppiato a bordo, così come riferito dalla Guardia costiera.

Verso le 07.00 di mercoledì mattina, le autorità di Reggio Calabria ha ricevuto un Sos dalla nave mercantile "Bellatrix", che ha denunciato un incendio incontrollabile nella sala macchine. La "Bellatrix" si trovava a oltre 180 miglia a sud-est di Catania, in Sicilia, nell'area di competenza dell'area di soccorso italiana, con 12 membri dell'equipaggio a bordo. La Guardia costiera di Reggio Calabria ha assunto il coordinamento del salvataggio e ha ordinato la diversione di molti mercantili che stavano navigando nella zona. Anche dal centro di coordinamento di Roma della Guardia costiera è stata inviata una richiesta di assistenza dalle vicine navi mercantili, mentre si sono alzati in volo un aereo di pattuglia dell'aeronautica costiera P180 da Catania e un aereo Atr 42 Sar da Pescara. Mentre erano in corso le attività di risposta italiane, i 12 membri dell'equipaggio a bordo della "Bellatrix" sono stati salvati dalla nave mercantile "Arife", che stava transitando nell'area. L'armatore della "Bellatrix" ha inviato un rimorchiatore di salvataggio, per rimorchiare la nave ad Aliaga, in Turchia. Quale sarà il destino della "Bellatrix" non è stato reso noto, ma Aliaga è il centro dell'industria di demolizione navale turca. La "Bellatrix", costruita nel 1978, è un mercantile da 3.000 tonnellate di stazza lorda battente  bandiera della Bolivia e di proprietà in Ucraina. E' stata detenuta per irregolarità da ispezioni di Port State Control quattro volte negli ultimi tre anni. Recenti verbalo di ispezione suggeriscono una serie di carenze relative ad apparecchiature Solas, corrosione, tenuta stagna, dispositivi di comunicazione, macchinari e sicurezza antincendio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA