Raccolta dati e consumo di combustibile navale / ANALISI

L’intervento di Roberto Cazzulo (Rina) per TTM / Tecnologie Trasporti Mare

di ROBERTO CAZZULO

La 72esima sessione del Comitato IMO sulla protezione dell’ambiente marino (MEPC 72) ha adottato misure per garantire una corretta e facile attuazione del nuovo sistema IMO obbligatorio di raccolta dati sul consumo di combustibile delle navi.

L’adozione di misure obbligatorie tecniche ed operative sotto l’Annesso VI della Convenzione MARPOL – l’indice di efficienza energetica (EEDI), il piano di gestione per l’efficienza energetica (SEEMP) e il sistema di raccolta dati (DCS) sul consumo di combustibile delle navi – rappresentano importanti passi avanti verso lo sviluppo della “Strategia dell’IMO sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra delle navi” adottata dal MEPC 72 nell’aprile 2018, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del 50% entro il 2050 rispetto al 2008. La raccolta dei dati e la loro successiva analisi consentiranno di determinare la quota di CO2 imputabile al trasporto marittimo, per revisionare la Strategia iniziale dell’IMO e concordare misure di breve termine necessarie per ridurre le emissioni di gas ad effetto serra.
Acquista una copia digitale di TTM per continuare la lettura

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: