Eni e Falck Renewables comprano Behus

Milano - Eni New Energy Us e Falck Renewables, attraverso Novis Renewables Holdings - società partecipata rispettivamente al 49% e 51% - annunciano la firma di un accordo con Building Energy per l'acquisizione di Building Energy Holdings Us (Behus). L'attività di Behus comprende 62 megawatt di progetti eolici e solari in esercizio negli Stati Uniti

Milano - Eni New Energy Us e Falck Renewables, attraverso Novis Renewables Holdings - società partecipata rispettivamente al 49% e 51% - annunciano la firma di un accordo con Building Energy per l'acquisizione di Building Energy Holdings Us (Behus). L'attività di Behus comprende 62 megawatt di progetti eolici e solari in esercizio negli Stati Uniti, una squadra di sviluppo e gestione degli attivi, e una serie di progetti eolici fino a 160 Mw. Una controllata al 100% di Novis acquisirà la totalità dei progetti, degli asset in sviluppo e delle altre attività di Behus, per un prezzo totale di acquisto pari a 32,5 milioni di dollari ed è soggetto ai meccanismi di aggiustamento prezzo tipici di queste transazioni. L'acquisizione è soggetta a condizioni sospensive.

La chiusura dell'operazione è prevista entro la fine dell'anno. Behus è stata fondata nel 2013 da Building Energy, con l'obiettivo di sviluppare progetti eolici e solari negli Stati Uniti. Novis acquisirà cinque impianti solari - per un totale di 31,5 Mw - e un impianto eolico di 30 Mw, nello Iowa. Gli impianti, tutti in esercizio, vendono energia tramite contratti Ppa. A seguito del closing, Falck Renewables North America fornirà servizi di asset management tecnico e amministrativo, per conto di Novis, per la gestione dei nuovi progetti acquisiti. Novis acquisirà anche la squadra per sviluppo e operazioni e una pipeline di sviluppo di progetti eolici e solari di Behus.

In particolare, due progetti eolici in fase avanzata, fino a 80 Mw ciascuno, negli Stati Uniti Occidentali. La produzione degli impianti in esercizio contribuirà a compensare oltre 93 mila tonnellate di anidride carbonica l'anno: «Behus è la prima operazione della collaborazione strategica con Eni, perfezionata nel marzo 2020, e si inserisce perfettamente nel piano industriale congiunto, contribuendo agli obiettivi di crescita sostenibile di entrambi i soci - commenta Toni Volpe, amministratore delegato di Falck Renewables -. Stiamo inoltre incrementando il nostro portafoglio negli Stati Uniti con progetti eolici a terra, sia in esercizio sia in fase di sviluppo, rafforzando il nostro team di development e operations». «L'acquisizione di Behus rappresenta per Eni un ulteriore passo avanti nella strategia di decarbonizzazione che vedrà la nostra azienda sempre più impegnata nello sviluppo e produzione di energia da fonti rinnovabili - spiega Massimo Mondazzi, direttore generale Energy Evolution di Eni. Come Eni ci siamo posti degli obiettivi molto chiari sia in termini di attività, vale a dire raggiungere i tre gigawatt entro il 2023 e gli oltre 15 Gw di capacità installata da fonti rinnovabili entro il 2030, sia in termini di emissioni, ovvero l'abbattimento di tutte le emissioni dirette e indirette dell'80% entro il 2050».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: