In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
Una flotta di 19 navi

Prima divisione navale, arriva Frumento

“Qui alla Spezia sarà mia premura continuare nel solco tracciato dal mio predecessore Lorenzano Di Renzo”: con queste parole il contrammiraglio Stefano Frumento ha assunto il comando della Comdinav Uno, la prima divisione navale della Marina militare italiana

di D. I.
1 minuto di lettura

Il cambio della guardia al vertice della Prima divisione navale si è svolto ieri mattina su nave Vespucci

 

La Spezia – “Potete immaginare quale sia l’emozione nell’assumere un comando molto importante e complesso come questo. Qui alla Spezia, dove ho svolto il primo servizio da incursore dopo l’Accademia, sarà mia premura continuare nel solco tracciato dal mio predecessore Lorenzano Di Renzo”: con queste parole il contrammiraglio Stefano Frumento ha assunto il comando della Comdinav Uno, la prima divisione navale della Marina Militare Italiana.

La cerimonia di avvicendamento, tenutasi ieri a bordo del bellissimo veliero "Vespucci” dinanzi a ospiti e autorità, ha visto Di Renzo, che andrà a dirigere l’Accademia navale di Livorno, passare il timone al contrammiraglio Frumento.

Di Renzo, in carica dal settembre 2021, lascia il comando di una divisione notevolmente accresciuta, che vanta un organico di 3.200 persone tra civili e militari, nonché 19 navi. Un onere, ma anche un onore, lasciato in eredità a una persona con la quale ha condiviso le prime esperienze all’interno della Marina: “Un po’ di commozione c’è - ha ammesso - ed è inevitabile vivendo assieme per periodi molto prolungati in mare. Gli equipaggi diventano un po’ come i nostri figli, e perciò mi fa piacere che vengano affidati a una persona di cui conosco qualità e capacità operative. Io e l’ammiraglio Frumento ci siamo conosciuti trentuno anni fa in accademia, dopo di che ci siamo imbarcati proprio sul ‘Vespucci’ dove io ero aspirante e lui allievo. Lì è iniziato il rapporto d’amicizia e di fiducia, che è perdurato tutta la carriera e mi riempie di soddisfazione in questo momento in cui devo affidargli il comando della Prima divisione navale”.

D’ora in poi il nuovo comandante, negli ultimi messi assegnato a Tampa negli Stati Uniti, si cimenterà con una realtà tanto complessa quanto intrigante, con una base da governare e diversi progetti ai quali dar seguito.

La varietà d’organico, con navi storiche come il “Vespucci” e altre di recentissima concezione come i due nuovi pattugliatori polivalenti d’altura “Thaon di Revel” e “Morosini”, metterà Frumento di fronte a lavori di diverso tipo, come sottolineato da Aurelio De Carolis, Comandante in Capo della Squadra Navale: “Si va dalle modernissime fregate, delle quali due hanno capacità anti-sommergibile, a velieri di indiscussa bellezza come ‘Vespucci’ e ‘Palinuro’. Il ‘Fasan’, in questo momento, fa parte del gruppo di scorta della portaerei francese ‘Charles de Gaulle’, che ha lasciato Tolone e opererà per un lungo periodo nel Mediterraneo. Così come il ‘Carabiniere’ sarà nella scorta della americana ‘Bush’. Tutti esempi di un impegno ad ampio spettro, al quale si aggiunge la progressiva consegna di nuove navi. È alla Spezia che si pone in essere l’addestramento preliminare, al quale poi fa seguito quello elementare a Taranto”.

I commenti dei lettori