Verso l’Artico la centrale atomica galleggiante / GALLERY

Mosca - La controversa centrale nucleare galleggiante russa “Akademik Lomonosov”è partita ieri per il suo primo viaggio in mare. L’impianto è stato rimorchiato dal cantiere navale di San Pietroburgo dove è stato costruito

[[ge:gelocal:the-medi-telegraph:it:photos:1.38084675:MediaPublishingQueue2014v1:https://www.themeditelegraph.com/it/photos/2018/04/29/fotogalleria/gallery-nucleare-1.38084675]]

Mosca - La controversa centrale nucleare galleggiante russa “Akademik Lomonosov” è partita ieri per il suo primo viaggio in mare. L’impianto è stato rimorchiato dal cantiere navale di San Pietroburgo dove è stato costruito.

Deve essere trainato attraverso il Mar Baltico e intorno alla punta settentrionale della Norvegia fino a Murmansk, dove i suoi reattori devono essere caricati con il combustibile nucleare.

La “Lomonosov” sarà messa in servizio nel 2019 nell’Artico al largo della costa di Chukotka, nell’estremo oriente, e fornirà energia a una città portuale elle piattaforme petrolifere della zona. Il progetto è stato ampiamente criticato dagli ambientalisti. Greenpeace lo ha soprannominato «Chernobyl galleggiante».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: