In picchiata la produzione petrolifera libica

Roma - La produzione di petrolio in Libia, in seguito alla chiusura dei porti destinati alla esportazione e al blocco di alcuni terminali, è scesa al 23 gennaio dagli oltre 1,2 milioni di barili al giorno registrati prima della crisi a 320 mila barili al giorno

Roma - La produzione di petrolio in Libia, in seguito alla chiusura dei porti destinati alla esportazione e al blocco di alcuni terminali, è scesa al 23 gennaio dagli oltre 1,2 milioni di barili al giorno registrati prima della crisi a 320 mila barili al giorno (rispetto al milione di barili al giorno il 18 gennaio e a 336 mila barili al giorno il 22 gennaio). Negli ultimi sei giorni la produzione cumulata persa si attesta a 3.907,3 barili. Complessivamente si tratta di un danno economico per oltre 256,6 milioni di dollari. Lo rende noto la compagnia petrolifera libica Noc sul proprio profilo Facebook.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: