Patto sull'idrogeno tra Snam e Rina

Milano - Snam e Rina hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per avviare una collaborazione nel settore dell'idrogeno, per realizzarne l'ampio potenziale come vettore energetico fondamentale per la lotta ai cambiamenti climatici e la decarbonizzazione delle industrie. L'accordo è stato firmato da Marco Alverà, amministratore delegato di Snam, e Ugo Salerno, amministratore delegato di Rina

Milano - Snam e Rina, società attiva nel campo dei servizi di testing, ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica, hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per avviare una collaborazione nel settore dell'idrogeno, per realizzarne l'ampio potenziale come vettore energetico fondamentale per la lotta ai cambiamenti climatici e la decarbonizzazione delle industrie. L'accordo è stato firmato da Marco Alverà, amministratore delegato di Snam, e Ugo Salerno, amministratore delegato di Rina.

Le due società costituiscono un gruppo di lavoro congiunto per studiare e sviluppare test sulla compatibilità con l'idrogeno di bruciatori industriali e di altre apparecchiature già in esercizio e per avviare sperimentazioni, analisi e scouting tecnologico in vari ambiti riguardanti l'idrogeno: dalla produzione, allo stoccaggio e alla distribuzione. Con questo accordo «uniamo le competenze di Snam e quelle di Rina per accelerare l'introduzione dell'idrogeno come nuovo vettore pulito per il sistema energetico e dare ulteriore slancio alla creazione di una filiera italiana», afferma Marco Alverà. «Siamo orgogliosi di poter collaborare con Snam per il progresso sostenibile del settore energetico», afferma Ugo Salerno. Sono «convinto - aggiunge - che l'idrogeno rappresenti in questo momento una delle migliori opzioni per ridurre le emissioni di anidride carbonica nel pianeta».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: