In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
A rischio il futuro di 86 persone

Somministrati Culmv, protesta alla Intempo

Dopo lo sciopero a oltranza indetto sabato sera dai sindacati di categoria, picchetto questa mattina davanti a Torre Cantore, a Sampierdarena, per bloccare l’ingresso alla società Intempo, l’agenzia che si occupa di collocare i lavoratori somministrati della Culmv

di R. E.
1 minuto di lettura

Il picchetto dei lavoratori sotto la sede dell'Autorità portuale di Genova 

 

Genova - Dopo lo sciopero a oltranza indetto sabato sera dai sindacati di categoria, picchetto questa mattina davanti a Torre Cantore, a Sampierdarena, per bloccare l’ingresso alla società Intempo, l’agenzia per il lavoro che si occupa di collocare i lavoratori somministrati della Compagnia Unica in porto a Genova, ovvero i cosiddetti camalli. Il picchetto si è poi spostato sotto Palazzo San Giorgio, sede dell’Autorità portuale. 

Un’iniziativa di protesta volta a tutelare il diritto alla stabilizzazione di 40 lavoratori su 86. Il Comune, durante l’ultima campagna elettorale, aveva proposto come soluzione il progressivo collocamento di questi lavoratori nelle varie aziende partecipate (Aster, Amiu, Asef, Amt), e a tempo indeterminato.

Ma finora non è accaduto nulla. Ora la protesta sale e i sindacati (che non sono le sigle dei trasporti, ma dei lavoratori atipici, ndr) chiedono di "dare futuro a tutti gli 86 lavoratori ignorati dalle Autorità di Sistema portuale”.

I commenti dei lettori