A Milano la quarta edizione di "Shipping, Forwarding & Logistics meet Industry"

Il confronto si articolerà su geoeconomia e geopolitica, Via della Seta e Guerra dei Dazi, Brexit e Corridoi Europei Ten T, 5G e innovazione tecnologica

La portualità si avvicina all'industria

Milano - Torna Shipping Meet Industry, evento patrocinato e ospitato da Assolombarda e promosso da Confetra, Alsea e Propeller Club. L’Italia nel Secolo della Logistica è il macro-tema attorno a cui ruoteranno contenuti e relatori sia delle due sessioni istituzionali di apertura e chiusura, sia dei diversi workshop tematici che animeranno la “due giorni” milanese.

Riprendendo le riflessioni avviate in occasione dell’assemblea pubblica della Confederazione dello scorso novembre, Agorà 2019, il confronto si articolerà su geoeconomia e geopolitica, Via della Seta e Guerra dei Dazi, Brexit e Corridoi Europei Ten T, 5G e innovazione tecnologica. Spazio anche ad approfondimenti sugli aspetti regolatori europei: Ber, Tue libera circolazione e Golden Power su tutti. L’emergenza infrastrutturale e la Green logistic chiuderanno un panel di temi che si annuncia quanto mai ricco e articolato. “Da quest’anno Confetra è main sponsor di questo evento e membro del Comitato promotore della manifestazione. Come avevamo annunciato, investire sul dialogo permanente e strutturato tra industry logistica e settore manifatturiero è per noi elemento strategico e qualificante della nostra idea di sviluppo e di Paese. Insieme rappresentiamo quasi il 28% del PIL nazionale e la centralità assunta dal time to transfert delle merci – siano esse materie prime per le imprese di trasformazione italiane, nostre eccellenze produttive da esportare nel mondo, o beni destinati direttamente al consumatore finale – è oggi uno dei principali asset per rendere una economia competitiva e dinamica su scala globale” dichiara il presidente di Confetra Guido Nicolini presentando l’evento.

La presidente di Alsea, Betty Schiavoni, aggiunge: “Alsea è soggetto promotore della Shipping meet Industry fin dalla sua nascita, quattro anni fa, ritenendo imprescindibile il connubio tra industria e logistica/spedizioni. Quest’anno, grazie anche alla partecipazione della nostra Confederazione, cerchiamo di fare un passo ulteriore visto il mutato contesto internazionale che pone sempre più al centro delle scelte geopolitiche il sistema dei trasporti e della logistica così come hanno compreso da decenni i tedeschi e come stanno facendo i cinesi con la nuova Via della Seta. È necessario che il nostro Paese prenda consapevolezza di ciò, in particolare la nostra politica, che storicamente ha destinato, ingiustificatamente, una scarsa attenzione al nostro settore”.

Per Riccardo Fuochi, presidente The International Propeller Club Port of Milan: "La quarta edizione di Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry è senza dubbio la più vasta da sempre, come ampiezza di tematiche e come varietà dell'estrazione dei relatori. I focus su geopolitica e logistica, sul binomio competitività e competizione, sulla sostenibilità e sulle strategie infrastrutturali sono di estrema attualità. Ma anche le sessioni tecnologiche (cyberlogistica e automazione), quelle verticali (piccole e medie imprese, qualità, trasporto refrigerato) e i workshop valgono da sole la partecipazione. Il concetto di confronto triangolare tra committenti, fornitori e autorità pubbliche, che sottende la manifestazione, è da sempre anche quella degli International Propeller Club, per cui il nostro pieno appoggio e sostegno viene naturale".

Tra i relatori, hanno già confermato la partecipazione: Daniele Rossi (presidente Assoporti), Marco Conforti (membro del Board europeo di Feport), Silvia Moretto (presidente di Fedespedi), Umberto Masucci (presidente The International Propeller Clubs Italia), Massimo Deandreis (direttore generale SRM), Enrico Maria Pujia (dirigente generale, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), Francesco Maresca (assessore allo Sviluppo Economico Portuale e Logistico, Comune di Genova), Stefano Valvason (direttore generale A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie), Laura Castellani (direttore della Direzione centrale Organizzazione e digital transformation, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), Clara Ricozzi (presidente OITA), Irene Pivetti (presidente Assoferr), Eugenio Muzio (presidente Commissione Intermodalità, Assologistica).

©RIPRODUZIONE RISERVATA