Primo maggio, sirene spiegate in porto

Roma - Confitarma, la federazione italiana degli Armatori, membro della Camera internazionale del trasporto marittimo (Ics), l’associazione mondiale dello shipping, e dell’associazione degli armatori europei (Ecsa), aderisce all’iniziativa lanciata dall’armamento mondiale ed europeo

Roma - Confitarma, la federazione italiana degli Armatori, membro della Camera internazionale del trasporto marittimo (Ics), l’associazione mondiale dello shipping, e dell’associazione degli armatori europei (Ecsa), aderisce all’iniziativa lanciata dall’armamento mondiale ed europeo sollecitando tutte le compagnie di navigazione e tutti i soggetti nazionali competenti perché i comandanti delle navi ancorate in porto suonino le loro sirene alle 12.00, ora locale, del 1 maggio 2020.

In occasione della prossima Festa del lavoro, dato il difficile attuale momento, con questa iniziativa, oltre a ricordare il fondamentale contributo dato dai marittimi alla vita economica e sociale del pianeta, si vuole richiamare l’attenzione di governi e opinione pubblica sul settore marittimo e sugli attuali problemi degli equipaggi bloccati sulle navi a causa dell’emergenza coronavirus.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: