Naples Shipping Week, lo shipping riparte dal “green”

Decarbonizzazione è la parola che guiderà la rivoluzione green per i prossimi decenni dello sviluppo del settore marittimo civile, cargo e passeggeri

Napoli - Port&ShippingTech, main conference dell’appuntamento di riferimento dedicato allo shipping e allo sviluppo del sistema logistico portuale, aprirà il programma il 1° ottobre con il Green Shipping Summit. Decarbonizzazione è la parola che guiderà la rivoluzione green per i prossimi decenni dello sviluppo del settore marittimo civile, cargo e passeggeri. Sostituire i combustibili a base di carbonio con altri sistemi di propulsione che non prevedono l’emissione della CO2 è un obiettivo delle organizzazioni internazionali, da quelle specializzate come l’IMO a quelle più generaliste come l’Unione Europea. Non è però un proposito che si raggiunge in pochi anni: saranno necessari passi progressivi che comporteranno l’adozione di tecnologie sempre meno dipendenti dal carbonio, nella propulsione ma anche nell’alimentazione dei sistemi di bordo delle navi, una fra tutte la climatizzazione.

Sempre con in ottica di migliorare l’efficienza energetica, anche le correnti del mare e i venti possono dare una mano. Implementando alcuni sistemi sulle navi ibride o a propulsione tradizionale, per esempio, si può ottenere un risparmio sulle rotte favorevoli anche del 15-20% dei costi del consentendo un ponte verso il futuro. Futuro che vede prima l’utilizzo di combustibili ancora a base di carbonio, realizzati però con processi di sintesi partendo dalla CO2 usando energia elettrica rinnovabile (power-to-fuel), raggiungendo la “neutralità” dal punto di vista delle emissioni, in attesa della vera decarbonizzazione. In ambiente navale si guarda all’idrogeno come vettore energetico. Idrogeno ricavato dall’acqua tramite elettrolisi alimentata da energia rinnovabile (da fonte eolica, grazie ai parchi offshore) o comunque carbon-free.

Port&ShippingTech guarda all’idrogeno da diversi punti di vista, e in particolare da uno che ai più apparirà sorprendente: l’ammoniaca. L’NH3 può essere utilizzata come fonte di idrogeno delle celle a combustibile, che producono elettricità direttamente, ma anche bruciata in motori a combustione interna. I giganti del motorismo navale hanno già pronte soluzioni e anche prodotti, e si dicono capaci di effettuare anche il retrofitting di impianti già installati. Il vantaggio è naturalmente che tutto quello che circonda il motore (trasmissione, eliche, controlli, ausiliari) resterebbe al suo posto. Proprio sull’ammoniaca, le sue potenzialità e i suoi problemi si concentra il nucleo di Green Shipping, facendo ricorso anche a esperti internazionali.

La Naples Shipping Week e Port&ShippingTech prevedono la partecipazione in presenza e in live streaming.

Per maggiori informazioni visitate la pagina: www.nsweek.com/partecipa/
La Naples Shipping Week è organizzata dal Propeller Club Port of Naples e da Clickutility Team e l’agenda di Port&ShippingTech è affidata a Studio Comelli.
Naples Shipping Week > 28 settembre – 3 ottobre 2020
Port&ShippingTech > 1 e 2 ottobre

©RIPRODUZIONE RISERVATA