Fincantieri consegna "Enchanted Princess"

Monfalcone - Nonostante l'anno nero del coronavirus, il gruppo ha già lasciato nelle mani degli armatori cinque unità da inizio 2020

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Fincantieri ha consegnato, nel corso di una sobria cerimonia a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia in corso, "Enchanted Princess" a Princess Cruises. Si tratta della prima unità completata dopo le chiusure forzate, ma soprattutto è la centesima nave da crociera (numero che include le unità di spedizione costruite da Vard) realizzata dal gruppo triestino da quando trent’anni fa ha ripreso a costruire navi passeggeri. Si tratta di un traguardo storico che celebra la leadership mondiale dell’azienda guidata da Giuseppe Bono (che dal suo insediamento nel 2002 ha visto la consegna di 77 unità) nel comparto delle costruzioni di navi da crociera. Nonostante questo sia stato l’anno più terribile per il settore, che a causa del Covid 19 a marzo ha portato il fermo dell’intera flotta mondiale, Fincantieri riuscirà a consegnare nell’anno solare ben cinque navi da crociera, un risultato eccezionale visti i tempi.

Infatti prima del lockdown erano state completate "Seven Seas Splendor" (gennaio-cantiere di Ancona) e "Scarlet Lady" (febbraio-cantiere di Sestri Ponente). Oggi si è festeggiato a Monfalcone la nuova nata di "Princess Cruises", mentre Silversea Cruises e Costa Crociere hanno comunicato che prenderanno possesso di "Silver Moon" (cantiere di Ancona) e "Costa Firenze" (cantiere di Venezia-Marghera) rispettivamente ad ottobre e dicembre: “Enchanted”, 18esima unità costruita da Fincantieri per Princess Cruises nel cantiere isontino, ricorda che proprio per questa compagnia nel giugno del 1990 iniziava la storia del gruppo triestino in ambito crocieristico con la prima "Crown Princess". La nuova nave vanta una stazza lorda di 145 mila tonnellate e può ospitare a bordo fino a 4.610 passeggeri in 1.834 cabine oltre a 1.411 membri dell’equipaggio. Si tratta di un’evoluzione del prototipo "Royal Princess" (2013) a cui sono seguite altre tre unità costruite sempre nello stabilimento di Monfalcone.

Questa classe ha inaugurato una nuova generazione di navi, la prima realizzata da Fincantieri seguendo la normativa Solas del Safe return to port, e proseguirà con "Discovery Princess" la cui costruzione è già stata avviata nel cantiere monfalconese. Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, ha dichiarato: «"Enchanted Princess" è una nave speciale. Si tratta, infatti, della prima unità da crociera che consegniamo post Covid, ed è anche la 100esima che Fincantieri ha realizzato negli ultimi 30 anni. Crediamo che rappresenti la migliore incarnazione della capacità di affrontare i momenti più difficili con passione e dedizione, e anche della storica resilienza del nostro settore. Voglio quindi augurare vento in poppa a questo ennesimo gioiello che abbiamo portato a termine, agli amici di Princess con cui abbiamo collaborato con successo, e a tutti i lavoratori della crocieristica, con la fiducia che la ripartenza sia già iniziata». Il rapporto tra il cantiere di Monfalcone e Princess Cruises proseguirà con due navi da crociera di prossima generazione da 175 mila tonnellate di stazza lorda che saranno le più grandi realizzate in Italia. Le consegne sono previste per la fine del 2023 e la primavera del 2025.

Le unità ospiteranno circa 5.300 passeggeri e saranno le prime della flotta dell’armatore ad essere alimentate primariamente a gas naturale liquefatto (Gnl). La consegna è stata celebrata con un videomessaggio in diretta del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, mentre in collegamento dagli Stati Uniti hanno portato i loro saluti Arnold Donald, presidente e amministratore delegato di Carnival Corporation, Stein Kruse, amministratore delegato del raggruppamento Princess Cruises, Holland America Line, Seabourn, Carnival Australia e Carnival Uk, e Jan Swartz, presidente del raggruppamento Princess Cruises e Carnival Australia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: