In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
LA TRIMESTRALE

Fincantieri punta su crociere e militare

Pierroberto Folgiero conferma l’intenzione di focalizzarsi sui core business di Fincantieri e lo ribadisce nella call di ieri con gli analisti. I risultati del colosso della navalmeccanica sono positivi, così come le previsioni

di Si. Gal.
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Pierroberto Folgiero, amministratore delegato della Fincantieri

 

Genova – Pierroberto Folgiero conferma l’intenzione di focalizzarsi sui core business di Fincantieri e lo ribadisce nella call di ieri con gli analisti. I risultati del colosso della navalmeccanica sono positivi, così come le previsioni.

Perché, ricorda l’amministratore delegato, il 94% della flotta globale delle crociere è tornato operativo a settembre e le navi da crociera sono riempite con un tasso che si sta avvicinando a quello del periodo pre Covid.

Anche l’intenzione di alcuni brand che si sono tradizionalmente occupati di accoglienza alberghiera, di investire sulle crociere (come Four Seasons) apre nuovi mercati. Non solo: nell’analisi di Fincantieri, il trend per il 2023 sul fronte delle prenotazioni, è ormai in linea con quello del 2019. Il numero di passeggeri totale che prenoterà una crociera, supererà alla fine del 2023 quello ottenuto nel 2019, con un obiettivo di 30 milioni di passeggeri.

Rimane la sfida determinata dai combustibili alternativi, ma su questo Fincantieri sembra pronta su tutti i fronti. Altro capitolo: la difesa. Il settore su cui punta forte Folgiero nel 2021 valeva oltre due miliardi di dollari, è salito a un ritmo del 2% nel corso di quest’anno, per crescere ulteriormente a +5,5% nel 2023.

LA TRIMESTRALE DI FINCANTIERI
Fincantieri chiude il terzo trimestre 2022 con una crescita dei ricavi, a 5.315 mln (+17%) rispetto ai primi nove mesi del 2021 (4.536 mln) e in linea con aspettative di crescita. Sui margini pesa il contesto macro economico e le partite non ricorrenti del primo semestre.

A margine della riunione del Consiglio, Folgiero ha commentato: “Il terzo trimestre ha visto i primi chiari segnali di ripartenza degli ordinativi cruise, con una richiesta di navi equipaggiate con le tecnologie all’avanguardia e alimentate da motori di nuova generazione. Ha inoltre visto l’ingresso di nuovi operatori nel settore delle navi extra lusso, a conferma della ripresa del mercato crocieristico, prima di quanto inizialmente previsto. Anche il settore militare e delle navi offshore mostra un trend molto interessante sia nel breve che nel medio lungo termine. L’andamento economico risente ancora degli effetti già scontati nel primo semestre oltre al protrarsi dell’incertezza macro-economica e geopolitica e delle spinte inflazionistiche - spiega Folgiero - Stiamo già tracciando una nuova rotta”.

I commenti dei lettori