"Il Gnl? Non è per gli yacht"

Il punto di vista della Confindustria Nautica sulle nuove tecnologie green.

Genova - "Una delle criticità che riguarda l'utilizzo di nuove soluzioni di carburante per il settore dello yachting sono sicuramente le dimensioni. Posto che già oggi gli yacht operano con carburanti stradali, quindi molto raffinati, il Gnl per noi non è una soluzione percorribile - spiega Stefano Pagani Isnardi, responsabile ufficio studi della Confindustria Nautica, al settimo Forum del MediTelegraph -. Perché i serbatoi occupano molto spazio. Per carburanti più green penso dovremo aspettare ammoniaca o idrogeno. E' molto importante l'attenzione che i produttori devono riservare ai settori di nicchia, come il nostro".

©RIPRODUZIONE RISERVATA