In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

Sanlorenzo, Ebidta +40,1% nel semestre

Ameglia - Il consiglio di amministrazione del cantiere nautico Sanlorenzo, riunitosi sotto la presidenza del presidente e amministratore delegato Massimo Perotti, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022

9 minuti di lettura

Ameglia - Il consiglio di amministrazione del cantiere nautico Sanlorenzo, riunitosi sotto la presidenza del presidente e amministratore delegato Massimo Perotti, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022: "Sono particolarmente gratificato dai risultati ancora una volta eccellenti del primo semestre - dice Perotti - e in particolare dal solido portafoglio ordini che ha superato il valore da primato, 1,4 miliardi di euro, consentendo non solo una revisione al rialzo della previsione sui dati finanziari per l’anno in corso, ma soprattutto una maggiore serenità per affrontare gli anni futuri. La crescita progressiva e ininterrotta registrata dal gruppo, in particolare negli ultimi anni, trova fondamento in una chiara strategia definita ormai quasi 10 anni fa, che individuava tre fattori di sviluppo prioritari - design, arte, innovazione nella tradizione - che hanno permesso alla Sanlorenzo di raggiungere il posizionamento di maison di lusso nello yachting. Più recentemente, forti di questa posizione di riferimento, abbiamo arricchito la nostra strategia con ulteriori direttrici sulle quali concentriamo la nostra azione in questo decennio. Sostenibilità e tecnologia, servizi e catena logistica sono oggi temi imprescindibili per garantire nel lungo periodo la continuità delle dinamiche virtuose sinora vissute ed il vantaggio competitivo derivante dalla capacità di anticipare i tempi. Una visione a beneficio non solo del gruppo, ma di tutte le persone coinvolte nella sua attività, che lascia spazio anche a iniziative più alte, come la corresponsione di una mensilità aggiuntiva ai nostri dipendenti maggiormente penalizzati dall’attuale scenario inflattivo promossa nel giugno scorso. Da imprenditore, considero questa scelta un’espressione concreta della responsabilità sociale di un’azienda".

RICAVI NETTI CONSOLIDATI
I ricavi netti del primo semestre del 2022 ammontano a 344,9 milioni di euro, in crescita del 30,8% rispetto a 263,6 milioni di euro nello stesso periodo dell’esercizio precedente. In una dinamica di crescita del mercato, questi risultati continuano a beneficiare di un insieme favorevole, legato sia all’aumento dei volumi, che ha visto una forte contribuzione dei nuovi modelli e un’aumentata incidenza di yacht di maggiori dimensioni in ciascuna unità produttiva, che all’incremento dei prezzi medi di vendita. Eccellente la performance della Divisione Yacht, che registra ricavi netti in crescita del 36,5% rispetto al primo semestre del 2021 a 234,7 milioni di euro, con il successo riscontrato dai modelli asimmetrici della linea Sl. La Divisione Superyacht registra ricavi netti pari a 77,8 milioni di euro, in crescita del 9,6% del totale, trainata dalla linea Steel, la gamma di maggiori dimensioni.

Continua la crescita della Bluegame, con ricavi netti pari a 32,4 milioni di euro, in crescita del 56,7% rispetto al primo semestre del 2021, supportata dai nuovi modelli della linea Bg. La suddivisione per area geografica conferma ulteriormente l’accelerazione delle Americhe, in crescita del 71% rispetto al primo semestre del 2021, in particolare degli Stati Uniti, mercato strategico per il gruppo, e la performance registrata in Europa, in crescita del 35%, mentre l’area Asia-Pacifico risente di un leggero rallentamento dovuto alle misure restrittive legate alla pandemia.

RISULTATI OPERATIVI E NETTI CONSOLIDATI
L’Ebidta rettificato è pari a 56,6 milioni di euro, in crescita del 40,1% rispetto a 40,4 milioni di euro nel primo semestre del 2021. Il margine sui ricavi netti è pari al 16,4%, in aumento di 110 punti base rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. L’Ebidta, comprensivo delle componenti non ricorrenti legate ai costi non monetari del piano sulle opzioni sopra le azioni del 2020 e alle spese sostenute per il Covid 19, ammonta a 56,3 milioni di euro, in crescita del 40,8% rispetto a 40 milioni di euro nel primo semestre del 2021. L’impatto dell’aumento dei prezzi delle materie prime e dell’energia legato all’attuale scenario inflattivo risulta gestito e più che compensato dall’aumento dei listini di vendita. Sempre più strette sono le collaborazioni con i fornitori, per assicurare l’approvvigionamento di materiali e lavorazioni chiave a un prezzo prestabilito con contratti pluriennali, anche per effetto dell’ottimizzazione della pianificazione della produzione e degli acquisti favorita dalla visibilità derivante dal portafoglio ordini.

La marginalità operativa beneficia inoltre delle efficienze derivanti dalla messa a regime della nuova capacità produttiva, in particolare del sito di Massa dedicato ai semilavorati in composito acquisito nel 2021, e della progressiva internalizzazione della produzione del Bluegame nel cantiere di Ameglia. Il risultato ante oneri finanziari è pari a 44,3 milioni di euro, in crescita del 48,7% rispetto a 29,8 milioni di euro nel primo semestre del 2021. Il margine sui ricavi netti è pari al 12,8%, in aumento di 150 basis point rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, a fronte di un incremento del 17,8% degli ammortamenti che si attestano a 12 milioni di ruro, a seguito degli investimenti finalizzati allo sviluppo dei nuovi prodotti e all’incremento della capacità produttiva.

Il risultato ante imposte è pari a 44,1 milioni di euro, in crescita del 51,2% rispetto a 29,2 milioni di euro nel primo semestre del 2021. Il risultato netto di gruppo raggiunge 32,5 milioni di euro, in crescita del 52,8% rispetto a 21,2 milioni di euro nel primo semestre del 2021. Il margine sui ricavi netti è pari al 9,4%, in aumento di 130 basis point rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente.

RISULTATI PATRIMONIALI E FINANZIARI CONSOLIDATI
Il capitale circolante netto al 30 giugno 2022 risulta negativo per 70 milioni di euro, rispetto a un dato negativo per 2,7 milioni di euro al 31 dicembre 2021 e positivo per 5,4 milioni di euro al 30 giugno 2021. Le rimanenze sono pari a 76,1 milioni di euro, in aumento di 7,8 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2021 e in diminuzione di 4,4 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2021. Le rimanenze di imbarcazioni usate sono pari a 15 milioni di euro, in diminuzione di 13 milioni di euro rispetto alla chiusura del 2021. Gli investimenti effettuati nel primo semestre del 2022, a parità di perimetro di consolidamento, ammontano a 17,6 milioni di euro, in aumento del 47% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, principalmente per effetto dei maggiori investimenti dedicati all’incremento della capacità produttiva a supporto della crescita.

Includendo l’effetto dell’ingresso nel perimetro di consolidamento della società Polo Nautico Viareggio, gli investimenti del primo semestre 2022 sono pari a 23,7 milioni di euro. La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2022 è positiva per 91,1 milioni di euro, rispetto a una cassa netta di 39 milioni di euro al 31 dicembre 2021 e di 26,4 milioni di euro al 30 giugno 2021. Questo progressivo miglioramento è legato alla forte generazione di cassa operativa risultante dall’incremento dei volumi e dagli anticipi legati alla robusta raccolta ordini, pur considerando il pagamento di dividendi per 20,3 milioni di euro. Le disponibilità liquide e mezzi equivalenti ammontano a 182,6 milioni di euro, rispetto a 141,3 milioni di euro al 31 dicembre 2021 e a 117 milioni di euro al 30 giugno 2021.

A partire dal primo semestre del 2022, in considerazione della continua forte generazione di cassa, il gruppo ha inoltre implementato una strategia di gestione prudente e diversificata della liquidità, con investimenti complessivamente pari a 25,9 milioni di euro al 30 giugno 2022, di cui 16 milioni di euro considerati come non correnti.L’indebitamento finanziario è pari a 103 milioni di euro, di cui 43,4 milioni di euro correnti e 59,5 milioni di euro non correnti. Le passività finanziarie per locazione incluse ai sensi dell’Ifrs 16 ammontano a 6,9 milioni di euro.

PORTAFOGLIO ORDINI
Il backlog al 30 giugno 2022 ammonta a 1,4 miliardi di euro, in crescita di 592 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2021. Gli ordinativi del primo semestre del 2022 sono pari a 487,1 milioni di euro, di cui 262,4 milioni di euro nel primo trimestre e 224,7 milioni di euro nel secondo trimestre, rispetto a 402 milioni di euro nello stesso periodo dell’esercizio precedente. L’elevata raccolta ordini, che ha coinvolto tutte le divisioni ed è stata supportata dai nuovi modelli, ha risentito positivamente dell’incremento dei prezzi medi di vendita reso possibile dal posizionamento in fascia alta del marchio, con aumenti crescenti in funzione della data di consegna. L’importo del backlog lordo riferito all’esercizio in corso, pari a 671,3 milioni di euro, permette l’eccellente copertura dei ricavi attesi nel 2022. Risulta inoltre essere significativa la visibilità sui ricavi relativi agli esercizi successivi, complessivamente pari a 731,5 milioni di euro, favorita da un’incrementata incidenza di yacht di maggiori dimensioni, e in particolare di superyacht con date di consegna fino al 2026.

GUIDANCE 2022
Alla luce del solido portafoglio ordini, per il 92% venduto a clienti finali, pur mantenendo un costante monitoraggio dell’evoluzione del contesto generale, la società ha rivisto al rialzo la guidance per l’esercizio in corso, prevedendo una crescita a doppia cifra in linea con i risultati del primo semestre. In particolare, i ricavi netti del 2022 risultano coperti per circa il 92% dal backlog al 30 giugno 2022.

CONFLITTO TRA RUSSIA E UCRAINA
In considerazione del conflitto tra Russia e Ucraina, la Sanlorenzo conferma che l’esposizione a clienti di nazionalità russa risulta marginale e distribuita su tre esercizi. Si precisa che si tratta di soggetti non colpiti da sanzioni internazionali a livello individuale (i cosiddetti Specially Designated Nationals) e che alla data odierna nessun ordine è stato cancellato da parte dei clienti. La società considera il relativo rischio molto limitato, in considerazione degli anticipi ricevuti sugli yacht in costruzione e del mantenimento della proprietà degli stessi in capo al cantiere, oltre che in virtù delle numerose richieste da parte di potenziali clienti. Il gruppo inoltre non ha fornitori localizzati in Russia e nelle aree interessate dal conflitto.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
In un contesto di evoluzione non facilmente prevedibile a livello geopolitico e macroeconomico, la nautica di lusso continua a beneficiare della crescita registrata dagli individui con patrimonio netto ultra-elevato (Ultra High Net Worth Individual, Uhnwi). La scarsa penetrazione dello yachting tra gli Uhnwi, stimata al di sotto del 5%, rappresenta un elevato potenziale di crescita inespresso. L’ampliamento della potenziale clientela si accompagna inoltre a un sensibile aumento della propensione all’acquisto, spinta dalla rinnovata ricerca della qualità della vita in libertà e sicurezza, esigenze che uno yacht può soddisfare. Le nuove tecnologie per la connettività consentono anche lo svolgimento a bordo dell’attività lavorativa e di estendere il tempo che l’armatore può trascorrere a bordo, permettendo di fatto di aumentare l’attrattività verso fasce di clientela più giovani.

In questo scenario, Sanlorenzo continua a beneficiare del vantaggio competitivo derivante dal suo peculiare modello di business: posizionamento high-end del marchio, imbarcazioni esclusive, sempre all’avanguardia dell’innovazione sostenibile, realizzate rigorosamente su misura e distribuite attraverso un numero ristretto di soggetti rappresentativi del marchio, struttura flessibile dei costi, stretto legame con l’arte e il design.

RAFFORZAMENTO DELLA PRESENZA IN NORD AMERICA E IN APAC
Mercati caratterizzati da una forte concentrazione di Uhnwi, Nord America e Apac rappresentano aree strategiche per la crescita futura del gruppo. La presenza diretta negli Stati Uniti tramite la controllata Sanlorenzo of the Americas permette di offrire yacht specificamente progettati e costruiti sulle esigenze della clientela americana e un servizio post-vendita più tempestivo, elemento quest’ultimo su cui la società intende ulteriormente investire. Questo modello di successo potrà essere replicato in Apac nel medio termine, con la costituzione di una controllata locale.

EVOLUZIONE DEI PREZZI DI VENDITA DEI SUPERYACHT
L'apprezzamento da parte del mercato della qualità del prodotto e il conseguente posizionamento del brand nei superyacht ha reso possibile il progressivo recupero sul differenziale di prezzo nei confronti dei migliori cantieri nord-europei, in particolare nel segmento al di sopra di le 500 tonnellate di stazza lorda, con un’accelerazione a partire dal secondo semestre del 2021, accentuatasi nel 2022.

ESPANSIONE DEL PORTAFOGLIO PRODOTTI, INNOVAZIONI E TECNOLOGIE SOSTENIBILI
Il robusto piano di espansione del portafoglio prodotti prevede l’inserimento di due nuove linee (X-Space per la Divisione Superyacht e Bgm - Bluegame Multi-Hull - per Bluegame), oltre alla linea Sp (Smart Performance - open coupé) della Divisione Yacht di recente introduzione, con le quali Sanlorenzo entra in nuovi segmenti di mercato ad alto potenziale, oltre al continuo ampliamento delle gamme esistenti, con proposte inedite e fortemente ispirate a criteri di sostenibilità. L’introduzione di innovazioni e tecnologie volte a ridurre l’impatto ambientale degli yacht è al centro delle attività del dipartimento Ricerca e sviluppo del gruppo, il cui grado di competenza ed esperienza ha permesso la sottoscrizione di accordi strategici con i più grandi operatori mondiali nella generazione di potenza e nella gestione di energia.

I progetti in comune sono focalizzati sull’impiego marino delle celle combustibili a idrogeno, la vera risposta, dal punti di vista della Sanlorenzo, alla richiesta di sostenibilità nel settore dello yachting. A partire dall’accordo esclusivo per yacht tra 24 e 80 metri di lunghezza sottoscritto nel 2021 con Siemens Energy per l’integrazione delle fuel cell alimentate da idrogeno ottenuto dal metanolo per la generazione di corrente elettrica a bordo, tecnologia che prima sul mercato vedrà la luce su un superyacht 50Steel la cui consegna è prevista nel 2024.

A questo si è recentemente aggiunto ad agosto 2022 un altro importantissimo accordo in esclusiva con la Rolls-Royce Solutions - Global Marine (Mtu), che consentirà l’integrazione di un sistema di propulsione a combustione interna tradizionale, alimentato a metanolo, con le fuel cell fornite da Siemens Energy, anch’esse alimentate a metanolo (attraverso un riformatore chimico), su yacht tra 40 a 75 metri di lunghezza. Queste soluzioni verranno installate inizialmente su un prototipo di yacht Sanlorenzo di lunghezza compresa tra 50 e 60 metri la cui consegna è prevista nel 2026. L’utilizzo del metanolo verde, prodotto con energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili e con CO2 catturato dall’atmosfera, consente la generazione di potenza a neutralità carbonica: la quantità di CO2 rilasciata nell’aria nel processo di combustione equivale a quella sottratta all’ambiente per la produzione del metanolo.

Solo un mese prima, la Bluegame era stata selezionata da American Magic, soggetto sfidante nell’edizione della Coppa America del 2024, come socio per la progettazione e realizzazione della prima “barca da caccia” con propulsione esclusivamente a idrogeno e utilizzo di ali sullo scafo per l'aumento della velocità, secondo i rigidi requisiti del protocollo della manifestazione, un progetto estremamente complesso, oggi la massima espressione possibile della tecnologia sostenibile a bordo di un’imbarcazione. Forte di questo risultato e a riprova della capacità progettuale nell’impiego dell’idrogeno nella propulsione, la Bluegame ha raggiunto un accordo con la Volvo Penta per l’installazione di un sistema pilota di propulsione Ips ibrida, che verrà combinato con fuel cell a idrogeno sviluppate a partire dal progetto dell’America’s Cup. Sarà il modello Bgm65Hh (idrogeno-ibrido), che sarà varato nel 2025, ad accogliere questa tecnologia.  

POTENZIAMENTO DELL’OFFERTA DI SERVIZI HIGH-END
Coerente con la filosofia di ricerca della massima eccellenza e con il suo posizionamento di prodotti su misura, il gruppo sta rafforzando l’offerta di High-End Services, la cui proposizione di valore si pone l’obiettivo di incrementare la fidelizzazione dei clienti esistenti e attrarne di nuovi, con un approccio sartoriale in cui all’eccellenza della manifattura, all’elevata qualità, all’innovazione e al design, si accompagna l’esclusività del rapporto con il cliente. Questo pacchetto di servizi, proposto esclusivamente ai clienti Sanlorenzo tramite una società dedicata che sarà costituita entro la fine dell’anno, comprende il primo programma al mondo di noloeggio monomarca (Sanlorenzo Charter Fleet), programmi di formazione per i membri degli equipaggi presso la Sanlorenzo Academy, leasing e finanziamenti su misura e servizi di manutenzione, restyling e refitting (Sanlorenzo Timeless).

Di particolare rilevanza è l’attività di charter, che ha vissuto una forte espansione soprattutto nei periodi di contrazione della domanda di nuove imbarcazioni e conserva un elevato potenziale da esprimere. Questa proposta riscuote un particolare interesse da parte della clientela, che può cogliere l’opportunità di includere la propria imbarcazione in un programma su cui fare affidamento in quanto gestito da Sanlorenzo. Considerate le competenze specialistiche richieste da questa attività la Sanlorenzo, a garanzia dei suoi parametri di qualità ha selezionato Equinoxe, storica società che gode di altissima reputazione nel settore. Lo scorso 23 giugno 2022, Sanlorenzo ha sottoscritto una lettera di intenti finalizzata all’acquisizione del 100% di Equinoxe, il cui perfezionamento è previsto entro la fine dell’anno.

RAFFORZAMENTO NELLE FILIERE PRODUTTIVE CHIAVE E INCREMENTO DELLA CAPACITÀ PRODUTTIVA
L’artigianalità è al cuore del modello di business di Sanlorenzo: partnership con i fornitori e gli appaltatori chiave consentono l’approvvigionamento di materiali e lavorazioni strategiche, di aumentare la capacità produttiva, incrementare l’agilità e la flessibilità dei processi produttivi, mantenere un controllo rigoroso sulla qualità ed estendere alla filiera gli standard di responsabilità e sostenibilità propri del gruppo Sanlorenzo. Gli investimenti di minoranza nel capitale di fornitori chiave quali Carpensalda Yacht Division, attivo nella carpenteria metallica e in Duerre, produttore artigianale di arredi di altissima qualità, e l’acquisizione del 60% di Icy, storico partner della Bluegame, conclusa lo scorso 22 luglio 2022, si inseriscono in questo programma di rafforzamento nelle filiere strategiche.

Allo stesso modo, nel corso del 2022 la società ha concluso tre acquisizioni di infrastrutture industriali nell’area di Viareggio per oltre 3.500 metri quadrati totali per un importo complessivo di circa 4,2 milioni di euro, a esito delle quali ha acquisito la maggioranza di Polo Nautico Viareggio. Questi investimenti sono finalizzati a incrementare la capacità produttiva a supporto della crescita attesa e del potenziamento dei servizi.

I commenti dei lettori