L'incendio nel porto di Beirut ha provocato danni per oltre 15 milioni

L'incendio è scoppiato poco più di un mese dopo le esplosioni del 4 agosto nel porto che hanno causato la morte di 190 persone, ne hanno ferite altre migliaia e lasciato ben 300mila senzatetto. La causa dell'incendio non è chiara e le indagini sono ancora in corso

Beirut - Il grave incendio divampato nel porto di Beirut all'inizio di questa settimana, avvenuto più di un mese dopo che la struttura era stata colpita da due violentissime esplosioni, ha causato perdite per 15 milioni di dollari. Prodotti alimentari, olio, pneumatici, prodotti di bellezza, vestiti, scarpe, elettrodomestici e apparecchiature elettriche sono stati distrutti dall'incendio nel magazzino duty free del porto. La portavoce della Croce Rossa libanese (LRC) Rona Halabi ha osservato che gran parte dei prodotti che dovevano essere distribuiti alle famiglie povere in Libano e Siria sono andati distrutti nell'incendio. Il porto di Beirut è una struttura vitale utilizzata dall'LRC per immagazzinare i prodotti.

"Stiamo lavorando per reimportare prodotti per le famiglie bisognose utilizzando il porto di Tripoli o l'aeroporto di Beirut come alternativa", ha detto Halabi. L'incendio è scoppiato poco più di un mese dopo le esplosioni del 4 agosto nel porto che hanno causato la morte di 190 persone, ne hanno ferite altre migliaia e lasciato ben 300mila senzatetto. La causa dell'incendio non è chiara e le indagini sono ancora in corso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA