Abu Dhabi Airports e Etihad Cargo alleati per il nuovo mega-hub

La prima fase, che prevede appunto un’azione di miglioramento delle attuali strutture, avrà avvio immediato e verrà completata entro settembre 2020

Un aereo cargo della flotta Etihad

di Elisa Gosti

Genova - Abu Dhabi punta a diventare un hub globale per il cargo aereo. Abu Dhabi Airports e Etihad Cargo hanno annunciato un grande progetto per trasformare l’Abu Dhabi International Airport in un centro di eccellenza per quanto riguarda il traffico cargo aereo. L’accordo prevede la realizzazione di una strategia di sviluppo infrastrutturale in più fasi, a partire dall’imminente sviluppo delle strutture già esistenti nella parte meridionale dell’area aeroportuale. Il programma culminerà nell’inaugurazione della prossima sede della Etihad Cargo con un nuovo terminal nella sezione East Midfield dell’aeroporto: un’area progettata dalla Abu Dhabi Airports per una gestione integrata del cargo e della logistica.

La prima fase, che prevede appunto un’azione di miglioramento delle attuali strutture, avrà avvio immediato e verrà completata entro settembre 2020. In questa fase verranno inseriti nuovi sistemi dedicati al carico e allo scarico delle merci che garantiranno un’azione più efficace grazie a una migliore disposizione degli spazi e alla dotazione di sistemi tecnologicamente avanzati, ma anche grazie a controlli più severi delle temperature con la messa a punto di una moderna catena del freddo per la gestione dei prodotti alimentari e farmaceutici. In questa prima fase, infatti, verrà anche effettuato un intervento di miglioramento del terminal proprio riferita alla capacità logistica dedicata ai prodotti farmaceutici, grazie alla destinazione esclusiva del Southside Pharma Terminal, per una superficie pari a 3.500 metri quadri di spazio, con la gestione controllata delle temperature e la possibilità di immagazzinare i prodotti suddivindendoli in due categorie, una compresa tra i 2 e gli 8 gradi Celsius e un’altra tra i 15 e i 25 gradi. Abu Dhabi Airports e Etihad Cargo hanno confermato che l’accordo prevede l’individuazione della nuova struttura nell’East Midfield e che pertanto sarà presto bandita una gara per la progettazione e la costruzione di quanto previsto nei piani della Etihad Cargo: la creazione di uno dei più avanzati terminal “air cargo” a livello mondiale. L’infrastruttura verrà progettata per gestire il traffico crescente dovuto alle importazioni e alle esportazioni da e verso gli Emirati Arabi Uniti, sostenendo la crescita dei flussi di cargo aereo gestiti dalla Etihad e offrendo allo stesso tempo supporto allo sviluppo dell’e-commerce e delle operazioni di cargo express.

"Geograficamente Abu Dhabi è situata nel cuore delle rotte commerciali che attraversano da oriente ad occidente il globo – spiega Bryan Thompson, Ceo della Abi Dhabi Airports – Inoltre dispone di un settore trasporti e logistico ben strutturato che ha il potenziale per permettere una crescita esponenziale del traffico cargo. Oggi stiamo ponendo le basi per lo sviluppo dell’attività cargo del futuro: queste fondamenta permetteranno di riformare, nel giro di poco tempo, il settore e di portare Abu Dhabi ad essere un hub cargo sia per la regione sia per il mondo". Soddisfatto anche Tony Douglas, Ceo dell’Etihad Aviation Group: "Si tratta di un traguardo importante per lo sviluppo del nostro settore cargo e della nostra strategia per quanto concerne la logistica e che permetterà all’hub di continuare a crescere diventando un punto di riferimento per i traffici commerciali da oriente a occidente e viceversa". La Abu Dhabi Airports, infine, ha annunciato di avere in progetto anche la realizzazione di una “free trade zone” attigua all’aeroporto che sarà denominata “Al Falah Free Zone”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA