La Cina riprenderà a sostenere il settore logistico

La Cina riunirà le risorse per la costruzione di grandi progetti come i poli logistici nazionali e le basi logistiche della catena del freddo, la filiera dei prodotti surgelati

L'aeroporto di Hong Kong

Pechino - La Cina riprenderà a sostenere il settore logistico per favorire il ritorno al lavoro, come parte degli sforzi per rilanciare l'economia duramente colpita dall'epidemia da nuovo coronavirus. Lo ha dichiarato il principale organismo di pianificazione economica del Paese. Gao Gao, vice segretario generale della Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme, ha detto in una conferenza stampa che finora la carenza di manodopera e la bassa domanda nel breve termine causate dall'epidemia sono stati i principale fattori che hanno impedito alle imprese logistiche di operare a pieno regime.

Secondo Gao, vanno presi provvedimenti su misura per incoraggiare i lavoratori della logistica nelle aree a basso rischio sanitario a riprendere a lavorare il prima possibile, sollecitando sforzi per razionalizzare le procedure e monitorare il lavoro di prevenzione in relazione al virus. L'alto funzionario ha aggiunto che la Cina riunirà le risorse per la costruzione di grandi progetti come i poli logistici nazionali e le basi logistiche della catena del freddo, la filiera dei prodotti surgelati. E anche il trasporto di materiale sanitario, di beni di prima necessità e delle principali merci di produzione nelle regioni con rischi infettivi relativamente elevati dovrebbero essere rimodulati nel contesto del controllo dell'epidemia.
Alla fine di febbraio, oltre il 60% delle aziende di logistica e quasi il 90% dei parchi logistici risultavano aver ripreso a lavorare, mostrando segnali positivi per il settore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA