In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Posteggio per i Tir a Sestri, all’autotrasporto non basta: "Ci sono 400 posti in città, ce ne servono il doppio" / IL BANDO

Genova - Sarà presentato giovedì prossimo, nella sede dell'Autorità di sistema portuale di Genova-Savona, il nuovo autoparco di Sestri Ponente in via Pionieri e Aviatori d’Italia a Genova, accanto all’aeroporto. L’area appena ultimata mette a disposizione delle aziende del settore

Matteo Dell'Antico
2 minuti di lettura

Genova - Sarà presentato giovedì prossimo, nella sede dell'Autorità di sistema portuale di Genova-Savona, il nuovo autoparco di Sestri Ponente in via Pionieri e Aviatori d’Italia a Genova, accanto all’aeroporto. L’area appena ultimata, che include nuovi spazi e altri che era già erano in via provvisoria a disposizione dei Tir, mette a disposizione delle aziende del settore "43 nuovi stalli destinati al parcamento di mezzi commerciali operanti con il porto di Genova", spiegano da Palazzo San Giorgio per un totale di circa 130 posti complessivi nella zona vicina al Colombo. Ma il nuovo autoparco, secondo gli autotrasportatori, è una goccia del mare: "Come prima cosa non è un autoparco con servizi a disposizione degli autisti ma un semplice parcheggio. E poi in tutta la città ci sono 400 stalli per i Tir: ce ne servono almeno il doppio", dicono Giuseppe Tagnochetti, coordinatore ligure di Trasportounito e Roberto Gennai, responsabile di Cna-Fita Genova.

AREE EX ILVA DI CORNIGLIANO
La carenza di parcheggi per i Tir in città riguarda principalmente mezzi che sono diretti in porto per caricare o scaricare la merce: "Sono anni che chiediamo un vero e proprio autoparco ma non si è mai mosso nulla: la soluzione che abbiamo individuato è quella di crearne uno nelle aree ex Ilva di Cornigliano ma i nostri appelli sino a questo momento non sono stati ascoltati. Ben vengano questi pochi e nuovi parcheggi che sono stati creati a Sestri Ponente, ma sono totalmente insufficienti. Ci sono autisti che ogni giorno sono costretti a fermare i loro Tir lungo le strade cittadine meno battute con disagi enormi. Questo accade sia in Valpolcevera che in Valbisagno perchè non si trovano da nessuna parte dei posti nei parcheggi riservati ai mezzi pesanti. Sia stalli per più settimane che giornalieri", spiega Tagnochetti.

MACANZA DI SERVIZI
Quello che lamentano le associazioni dell’autotrasporto sono anche la mancanza di servizi a disposizione dei camionisti: "A Sestri Ponente è stato realizzato un parcheggio per i Tir. Per essere un autoparco, quello vicino all’aeroporto dovrebbe avere anche aree ristoro per gli autisti, servizi igienici e una stazione di servizio dove poter fare rifornimento ai mezzi pesanti", sottolinea Gennai. Oltre allo spazio di Sestri Ponente, in città le altre aree di sosta autorizzate per i Tir si trovano in via Levati (vicino alla Metro), agli Erzelli e in via Lungotorrente Secca. A questi parcheggi si aggiungono gli stalli presenti all’interno dei terminal portuali.

POSTI DA ASSEGNARE ALLE AZIENDE
Il nuovo autoparco di Sestri Ponente sarà gestito dall’Autorità di sistema portuale. I parcheggi verranno affidati alle aziende  che ne faranno domanda: "Le richieste di assegnazione - si legge sul sito internet di Palazzo San Giorgio - dovranno essere trasmesse da parte delle imprese di autotrasporto secondo le modalità indicate nel regolamento di utilizzo dell’area (adottato con decreto n. 308 del 15 aprile 2022) a mezzo di apposito modulo di domanda a partire dalle ore 12.00 del giorno 4 maggio 2022 alle ore 12.00 del giorno 11 maggio 2022. I suddetti stalli, assegnati sino al loro esaurimento, saranno resi disponibili a partire dal mese di giugno 2022 tramite apposita convenzione e, in via preferenziale, a imprese non già precedentemente contrattualizzate". Una parte dei 43 nuovi posti realizzati per i mezzi pesanti sono però già assegnati e destinati "ai mezzi temporaneamente parcati presso la limitrofa area cosiddetta Air Bp”.

I commenti dei lettori