"Costa Smeralda" torna a Savona

Genova - Costa Crociere ritorna nel porto di Savona con "Costa Smeralda", la prima nave della compagnia italiana alimentata a gas naturale liquefatto. L'unità, che in questi mesi è rimasta ormeggiata a Marsiglia, arriverà mercoledì 16 settembre nello scalo della Torretta per effettuare i preparativi necessari in vista della sua ripartenza, prevista per il 10 ottobre

Genova - Costa Crociere ritorna nel porto di Savona con "Costa Smeralda", la prima nave della compagnia italiana alimentata a gas naturale liquefatto. L'unità, che in questi mesi è rimasta ormeggiata a Marsiglia, arriverà domani nello scalo della Torretta per effettuare i preparativi necessari in vista della sua ripartenza, prevista per il 10 ottobre. Tra le attività in programma la principale è relativa all’implementazione, sia a bordo sia al Palacrociere, del Costa Safety Protocol, il protocollo sviluppato dalla compagnia insieme a un panel di esperti scientifici, che contiene nuove misure operative adeguate alle esigenze della situazione coronavirus, perfettamente conformi alle disposizioni in materia definite dalle autorità italiane ed europee.

Tra le novità introdotte dal protocollo ci sono i test con tampone per tutti gli ospiti in imbarco e la visita delle destinazioni solo con escursioni protette. "Smeralda" non è l’unica nave Costa ad arrivare il Liguria. Lunedì mattina ha ormeggiato al ponte Andrea Doria di Genova anche "Costa Diadema", che partirà per la sua prima crociera sabato 19 settembre, con un itinerario di una settimana alla scoperta di alcune delle più belle destinazioni italiane del Mediterraneo Occidentale: "E’ un grande piacere poter rivedere 'Costa Smeralda' tornare alla sua casa, pronta per poter accogliere di nuovo i nostri ospiti per una rinnovata esperienza di crociera. In questi mesi abbiamo lavorato intensamente per predisporre tutti i protocolli necessari al fine di rendere ancora più sicure le vacanze in crociera. I primi riscontri che stiamo ottenendo sono stati molto positivi e stiamo proseguendo nel lavoro di miglioramento continuo e costante delle procedure di sicurezza - dichiara Carlo Schiavon, responsabile per l'Italia di Costa Crociere -. Per noi Savona rappresenta non solo il porto di partenza per gli itinerari del Mediterraneo Occidentale, ma anche un punto di riferimento per noi e per le altre destinazioni nazionali ed internazionali per continuare a crescere e sviluppare insieme un modello di economia circolare che possa portare beneficio alle comunità locali, nel pieno rispetto della sicurezza e del territorio". "Nelle ultime settimane la nostra amministrazione aveva auspicato e sollecitato, insieme ad Autorità di sistema portuale, la ripartenza del settore crocieristico. La città di Savona è pronta per accogliere, nuovamente, i turisti nella consapevolezza che i protocolli di sicurezza, messi a punto e condivisi dalle maggiori compagnie, garantiscono le condizioni per la ripartenza di uno dei comparti che hanno più sofferto in questo grave periodo di crisi globale - dice Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona -. Costa Crociere a Savona, in questi anni, è stata motore dello sviluppo economico, turistico e sociale della Città. I dati raccolti nel rapporto Costa 2018 stimano in 125 milioni di euro l'impatto economico sulla Città home port, con quasi 900 mila passeggeri movimentati all'anno, oltre 700 posti di lavoro e rapporti con 30 fornitori." Il Costa Safety Protocol, che sarà applicato anche su "Diadema" e "Smeralda", prende in considerazione ogni aspetto dell’esperienza in crociera, dalla prenotazione sino al rientro a casa. Le misure principali comprendono test con tampone per tutti gli ospiti e l’equipaggio prima dell’imbarco, controllo della temperatura ogni volta che si scende e si rientra in nave, visite delle destinazioni solo con escursioni protette, distanziamento fisico a bordo e nei terminal anche grazie alla riduzione del numero di passeggeri, nuove modalità di fruizione dei servizi di bordo, potenziamento della sanificazione e dei servizi medici, utilizzo della mascherina protettiva quando necessario.

A partire dal 10 ottobre 2020 e per l’intera stagione invernale 2020-21, "Smeralda" farà scalo a Savona tutte le settimane nella giornata di sabato, proponendo un itinerario nel Mediterraneo occidentale, compatibilmente con le disposizioni in vigore o eventuali restrizioni in essere. L’itinerario definitivo sarà comunicato nelle prossime settimane.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: