Anche Royal Caribbean riparte ai Caraibi

Monfalcone - Il gruppo statunitense Royal Caribbean (Rcg) riprenderà le crociere ai Caraibi da giugno, ma senza imbarcare da porti statunitensi ancora off-limits. Si è scelta così la stessa strategia di un'altra compagnia Usa, la Crystal Cruises (che ripartirà dalle Bahamas il 3 luglio) che permette di aggirare i paletti imposti dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie, che non hanno ancora espresso il loro parere negli Usa

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Il gruppo statunitense Royal Caribbean (Rcg) riprenderà le crociere ai Caraibi da giugno, ma senza imbarcare da porti statunitensi ancora off-limits. Si è scelta così la stessa strategia di un'altra compagnia Usa, la Crystal Cruises (che ripartirà dalle Bahamas il 3 luglio) che permette di aggirare i paletti imposti dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie americani che non hanno ancora espresso il loro parere sulle linee guida per la ripartenza delle navi da crociera dagli scali Stati Uniti. La prima unità di Rcg a salpare sarà la "Celebrity Millenium" di Celebrity Cruises, che mollerà gli ormeggi dall’home port di St. Marteen nelle Antille Olandesi il prossimo 5 giugno. Saranno proposti due itinerari alternati: il primo offrirà soste nelle località di Aruba, Curaçao e Barbados, mentre il secondo proporrà scali a Tortola, St. Lucia e Barbados: «Annunciare il ritorno ai Caraibi dopo oltre un anno di assenza è un momento davvero significativo per noi. Negli ultimi mesi siamo stati in costante contatto con le autorità di St. Maarten per sostenerci a vicenda e condividere gli aggiornamenti e le migliori pratiche da mettere in atto. Siamo in grado di offrire ai nostri ospiti l’opportunità di vivere vacanze in sicurezza a bordo della rivoluzionata Celebrity Millennium. Sarò per sempre grata per il sostegno e la collaborazione del governo di St. Maarten» dichiara Lisa Lutoff-Perlo, amministratore delegato di Celebrity Cruises.

Il 12 giugno invece sarà la volta della "Adventure of the Seas" di Royal Caribbean International che mollerà gli ormeggi da Nassau (Bahamas): l’itinerario di sette giorni includerà soste nei porti di Cozumel in Messico (che già da tempo si era messo a disposizione per la ripresa dell’attività crocieristica) e a Grand Bahama (Bahamas) oltre a una sosta notturna presso Perfect Day at Coco Cay, l’isola privata di Royal Caribbean. Qui la bolla sanitaria creata a bordo si trasferirà anche sull’isola, permettendo agli ospiti due giorni di mare e divertimento quasi come prima della pandemia. Invece negli altri due scali verranno organizzate delle escursioni protette: «Siamo entusiasti di tornare ad offrire vacanze indimenticabili ai Caraibi, in maniera graduale e sicura. I vaccini sono chiaramente un punto di svolta per tutti noi e con l’alto numero di vaccinazioni e il loro impatto in rapida crescita, riteniamo che iniziare con crociere con ospiti adulti ed equipaggio vaccinati sia la scelta giusta d fare. L’opportunità di avere un homeport alle Bahamas è una testimonianza degli straordinari partner che il governo e il popolo dell’isola sono per noi da oltre 50 anni. Siamo estremamente grati per la fiducia che hanno riposto in noi» dichiara Michael Bayley, presidente e amministratore delegato di Royal Caribbean International.

Le prenotazioni per i nuovi itinerari estivi che segneranno il riavvio dell’attività in Nord America di Rcg dopo oltre un anno di fermo totale, saranno aperte al pubblico a partire dal prossimo 24 marzo per “Adventure” e il 25 per “Millennium”. Il gruppo americano rende noto che a bordo saranno accolti solo ospiti adulti vaccinati mentre per i ragazzi fino a 18 anni di età sarà consentito l’imbarco solo se muniti di certificato con esito negativo di un test Covid effettuato non prima di 72 ore dalla partenza della nave. Tutto l’equipaggio sarà vaccinato. Una volta a bordo i passeggeri potranno contare sulla sicurezza dell’ Healthy Sail Panel, ovvero il rigido protocollo sanitario sviluppato dal Rcg in collaborazione con Norwegian Cruise Line Holdings, già in vigore a bordo di "Quantum of the Seas", unica nave del gruppo attualmente operativa con crociere di sola navigazione in partenza da Singapore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: