Confartigianato Trasporti: "Tirrenia può essere rilanciata"

Cagliari - «È necessario un sistema di trasporti via mare all’altezza delle aspettative di rilancio di tutta la Sardegna». Così il presidente di Confartigianato Trasporti Sardegna, Giovanni Mellino, in merito alle notizie di stampa sull’iter che pottebbe portare al salvataggio di Moby e Tirrenia-Cin, compagnie di navigazione degli armatori Onorato che collegano l’Isola alla terraferma

Cagliari - «È necessario un sistema di trasporti via mare all’altezza delle aspettative di rilancio di tutta la Sardegna». Così il presidente di Confartigianato Trasporti Sardegna, Giovanni Mellino, in merito alle notizie di stampa sull’iter che pottebbe portare al salvataggio di Moby e Tirrenia-Cin, compagnie di navigazione degli armatori Onorato che collegano l’Isola alla terraferma: «Non possiamo esimerci dal pretendere che il nostro territorio sia connesso efficacemente con il continente, con una molteplicità di offerte e di opportunità, in estate ma anche durante tutto il corso dell’anno - continua Mellino - questa è una necessità più che vitale per le nostre aziende e un tema che Confartigianato in Sardegna ha sempre seguito da vicino. Allo stesso modo seguiamo con preoccupazione le vicende che stanno coinvolgendo la compagnia armatoriale perché, questa crisi mette a rischio una leva cruciale per il nostro territorio. Allo stesso tempo speriamo che ci siano ancora spazi di trattativa per poter giungere ad un buon esito della vicenda. Negli anni abbiamo sempre avuto un rapporto franco con la famiglia Onorato, non privo di confronti diretti, ma all’armatore riconosciamo la capacità di aver creato una vera e propria infrastruttura a servizio del nostro territorio e delle nostre imprese, infrastrutture cui oggi non possiamo rinunciare se vorremo agganciare la ripresa».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: