Due navi dal gruppo Costa a Carnival Cruise Line

Monfalcone - Carnival Cruise Line prenderà in consegna entro la fine del 2023 ben tre navi da crociera. Oltre infatti alla già annunciata "Carnival Celebration", la compagnia ha annunciato l’entrata in flotta di una terza nave di classe Excel e di "Costa Magica"

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Carnival Cruise Line prenderà in consegna entro la fine del 2023 ben tre navi da crociera. Oltre infatti alla già annunciata "Carnival Celebration", che verrà consegnata alla fine del prossimo anno (in concomitanza con i festeggiamenti per il 50esimo anniversario del marchio), la compagnia ha annunciato l’entrata in flotta di una terza nave di classe Excel, inizialmente programmata per la tedesca Aida Kreuzfahrten e di "Costa Magica", nave appartenente a Costa Crociere che verrà trasferita al marchio americano dopo un intensivo refit. Questi nuovi ingressi probabilmente serviranno per colmare la perdita di ben quattro navi di classe Fantasy che hanno lasciato in tutta fretta Ccl a causa della pandemia (tre sono state inviate in Turchia per la demolizione e una è stata venduta ad un armatore asiatico). In totale sono stati 8.160 i letti bassi persi lo scorso anno che riguardavano navi costruite negli anni Novanta, quindi decisamente meno efficienti dal punto di vista economico.

La flotta Carnival si espanderà in primis con una nuova costruzione che fino ad oggi doveva andare ad Aida che era stata ordinata al cantiere Meyer Werft di Papenburg. Quest’ultimo ora sarà impegnato a rivedere il progetto di questa nave a gas naturale liquefatto che fa parte di una piattaforma comune a quattro marchi di Carnival Corporation & Plc (un lavoro non da poco comunque). La consegna al nuovo committente è prevista entro la fine del 2023 e si replicherà quanto fatto da Fincantieri nel 2008 con la consegna della "Carnival Splendor" a Sestri Ponente che in origine dove essere destinata a Costa Crociere. Proprio la compagnia genovese dovrà cedere, come abbiamo visto, anche la sua “Magica”; costruita anch’essa a Sestri ed entrata in servizio nel 2004 è dedicata all’Italia.

Ma la clientela europea del marchio Costa in questa girandola di navi non può che essere soddisfatta visto che al contempo la nuovissima "Costa Firenze" (che sarà presentata a Savona il prossimo 2 luglio) resterà dedicata al mercato europeo almeno fino al 2022, invece di andare in Cina come era originariamente previsto. La “Magica” è molto simile all’ex Carnival "Triumph", quindi sarà facile adattare la piattaforma al marchio Carnival, strutturalmente però bisognerà sostituire il fumaiolo: ormai non rientrerà più in servizio con i colori Costa e resterà in disarmo tiepido fino al refit che la porterà ad entrare nella nuova compagnia entro la metà del 2022.

Quindi alla fine del 2023 Carnival Cruise Line si ritroverà con 27 navi in flotta con un incremento totale di 13.290 letti bassi: 5.286 per due navi a doppia alimentazione di classe Excel (presumendo che anche la ex-Aida assumerà la configurazione della "Mardi Gras") e 2.718 per la “Magica” di cui non si sa ancora il nuovo nome in veste Carnival: «Siamo entusiasti di queste aggiunte alla nostra flotta che riflettono la forte posizione che Carnival ha stabilito negli Stati Uniti, la forte domanda che continuiamo a registrare per le vacanze in crociera e i piani generali di Carnival Corporation per ottimizzare la capacità e la crescita in chiave mercati» dichiara Christine Duffy, presidente di Carnival Cruise Line. Chi invece non riceve compensazioni è Aida che oltre alla nuova costruzione ha dato l’addio alla vecchia "AidaCara" (prima nave della flotta 25 anni fa) che è stata venduta a un acquirente sconosciuto. Continua così la vendita da parte di Carnival Corporation & Plc. delle unità più vetuste.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: