Nclh vince contro la Florida

Monfalcone - Norwegian Cruise Line Holdings potrà richiedere l’obbligo di vaccinazione ai suoi passeggeri imbarcanti a Miami: infatti il gruppo americano ha annunciato che il giudice distrettuale degli Stati Uniti Kathleen Williams si è pronunciato a suo favore concedendo un'ingiunzione preliminare che apre la strada ai tre marchi della compagnia per richiedere la documentazione che confermi lo stato di vaccinazione di un ospite prima dell'imbarco per le crociere

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Norwegian Cruise Line Holdings potrà richiedere l’obbligo di vaccinazione ai suoi passeggeri imbarcanti a Miami: infatti il gruppo americano ha annunciato che il giudice distrettuale degli Stati Uniti Kathleen Williams si è pronunciato a suo favore concedendo un'ingiunzione preliminare che apre la strada ai tre marchi della compagnia per richiedere la documentazione che confermi lo stato di vaccinazione di un ospite prima dell'imbarco per le crociere in partenza dalla Florida. Frank Del Rio, presidente ed amministratore delegato del gruppo, ha sempre insistito in maniera convinta sull’obbligo di ospitare a bordo solo passeggeri completamente vaccinati, anche a discapito degli interessi stessi del suo marchio mass maket che verrà fortemente penalizzato; infatti non potendo ospitare a bordo minori di 12 anni (che non possono essere vaccinati) le famiglie con bambini saranno escluse dalle crociere di Ncl, problema che si riduce per i marchi di lusso Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises dove i bambino sono sempre stati una parte minoritaria degli ospiti.

Questa sentenza, che è preliminare e rimarrà in vigore fino a sentenza definitiva, arriva una settimana prima della prima partenza programmata da più di un anno dalla capitale mondiale delle crociere (il 15 agosto con "Norwegian Gem"). La compagnia aveva citato in giudizio il dipartimento della salute dello Stato della Florida a luglio dopo che il governatore Ron DeSantis aveva firmato una legge che vietava alle aziende di richiedere la prova della vaccinazione contro il Covid-19. Era stato stabilito che le società che avrebbero violato questa disposizione sarebbero state multate di 5.000 dollari per ogni caso segnalato. DeSantis aveva affermato che questa legge mirava a proteggere la “scelta personale dei cittadini della Florida riguardo alle vaccinazioni” e che nessuna azienda o agenzia governativa “sarebbe stata in grado di negare i servizi in base alla decisione dei singoli”. "Siamo lieti che il giudice Williams abbia visto i fatti, la legge e la scienza come abbiamo fatto noi e abbia accolto la mozione della Società per un'ingiunzione preliminare che ci consente di operare crociere dalla Florida con ospiti ed equipaggio vaccinati al 100% - dice Daniel S. Farkas, vicepresidente e consigliere generale di Norwegian Cruise Line Holdings -. Anche se il contenzioso è uno strumento strategico di ultima istanza, la nostra azienda ha lottato per fare ciò che riteniamo giusto e nel migliore interesse del benessere dei nostri ospiti, dell'equipaggio e delle comunità che visitiamo, nel tentativo di fare la nostra parte come cittadini responsabili per ridurre al minimo, nella massima misura possibile, l'ulteriore diffusione di Covid-19 mentre rilanciamo gradualmente le nostre navi». Secondo Del Rio «l'ambiente della salute pubblica continua ad evolversi in tutto il mondo e i nostri solidi protocolli di salute e sicurezza supportati dalla scienza, con i vaccini alla base, ci consentono di fornire quella che riteniamo sia l'esperienza di vacanza più sicura per le persone che desiderano tornare alla loro quotidianità".

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: