Rinviato il primo viaggio della "Seabourn Venture"

Monfalcone - Seabourn Cruise Line, marchio di lusso del gruppo Carnival Corporation & Plc., ha comunicato che il viaggio inaugurale della "Seabourn Venture" è stato rinviato al 10 aprile 2022 con partenza da Greenwich

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Seabourn Cruise Line, marchio di lusso del gruppo Carnival Corporation & Plc., ha comunicato che il viaggio inaugurale della "Seabourn Venture" è stato rinviato al 10 aprile 2022 con partenza da Greenwich. La piccola nave expedition in allestimento a Genova presso il cantiere T. Mariotti originariamente doveva essere consegnata all’inizio dello scorso giugno. Ma la pandemia globale ha sconvolto i piani di tutte le compagnie e dei cantieri costruttori. Il suo completamento a Genova era stato riprogrammato per il prossimo primo dicembre e al momento questa data rimane invariata, come confermato al Secolo XIX-The Medi Telegraph la società costruttrice. Quindi come mai questa ulteriore dilazione? Sicuramente il piano di ripartenza delle navi di tutte le compagnie va diluito nel tempo e così Seabourn probabilmente ha deciso di prendere più tempo per lo start-up di un’unità così sofisticata.

E stato lo stesso armatore a confermare che questa decisione è stata presa dopo una visita di un gruppo di propri rappresentati sotto la Lanterna avvenuta lo scorso mese. In questa occasione i manager sono stati aggiornati sul lavoro svolto nei passati 18 mesi, incluse le difficoltà legate allo scoppiare della pandemia e alle difficoltà di reperimento delle forniture: «Siamo rimasti colpiti dal design e dalla bellezza della nave» ha comunque voluto aggiungere Josh Leibowitz, presidente della compagnia. La nave infatti è ormai quasi completa nelle sovrastrutture ed è già stata immessa nel bacino di carenaggio. “Venture” lascerà il porto presso Londra e i suoi primi due itinerari includeranno solo scali del Regno Unito, questa sarà infatti una sorta di presentazione della nave che successivamente farà rotta per il Polo Nord, ambiente per cui è stata concepita.

Infatti qui potrà operare per tutta la stagione estiva grazie agli standard PC6 Polar Class secondo cui è stata progettata, al pari della sua gemella pure in costruzione da T.Mariotti e ad oggi ancora senza un nome. Ognuna porterà due sottomarini costruiti su misura, 24 Zodiac, kayak e un team di esperti di spedizioni. Questa unità di circa 23 mila tonnellate di stazza lorda è un prodotto della joint venture fra Cimolai e Mariotti. Lo scafo è stato realizzato dallo stabilimento Cimar di Porto Nogaro e successivamente è stato trasportato in mare aperto su una chiatta. Dopo essere stato fatto galleggiare a Trieste, e stato trasferito via mare a Genova dove sono state montate le sovrastrutture per poi proseguire con l’allestimento alberghiero.

Infatti Mariotti in Liguria per realizzare gli scafi necessita del supporto di un altro sito industriale. Ricordiamo che con la medesima divisione operativa, già tra il 2009 e il 2011, il cantiere genovese aveva portato a termine la realizzazione di tre navi da crociera per il medesimo armatore. Anche se "Seabourn Odyssey", "Seabourn Sojourn" e "Seabourn Quest" con una stazza lorda di 32 mila tonnellate risultano più grandi della “Venture”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: