Addio alla linea Civitavecchia-Cagliari

Cagliari - Addio al collegamento via mare tra Cagliari e Civitavecchia, uno dei più antichi (istituito un secolo fa) e un tempo frequentati tra la Sardegna e la penisola. Ieri sera sono partiti gli ultimi traghetti Tirrenia e da oggi non sono in calendario altre corse

Cagliari - Addio al collegamento via mare tra Cagliari e Civitavecchia, uno dei più antichi (istituito un secolo fa) e un tempo frequentati tra la Sardegna e la penisola. Ieri sera sono partiti gli ultimi traghetti Tirrenia e da oggi non sono in calendario altre corse. Una rotta che in questa stagione estiva veniva effettuata da Tirrenia in regime di libero mercato (la convenzione con lo Stato è scaduta a luglio).

Nessun'altra compagnia infatti è sembrata interessata a gestire questa rotta. È l'epilogo di una vicenda che quest'anno ha visto un bando e due manifestazioni d'interesse andati deserti. In un contesto nel quale anche lo scalo di Arbatax - ora entrato a far parte della gestione dell'Autorità di sistema portuale Mare di Sardegna - ha sofferto per l'addio dei traghetti in banchina.

La Regione Sardegna, già a fine luglio, aveva chiesto al ministero delle Infrastrutture e mobilità sostenibile un bando unico su tutti i collegamenti da e per la Sardegna «in presenza di tratte remunerative e altre in sofferenza con l'idea di avere un regime tariffario adeguato e frequenze garantite per passeggeri e merci». E tra un mese esatto rischia di fermarsi anche la continuità territoriale aerea, in quanto l'Alitalia garantirà i voli fino al 14 ottobre. La nuova compagnia Ita, infatti, non può subentrare con un affidamento diretto delle rotte da e per i tre aeroporti della Sardegna con Roma e Milano. Per varare il bando con la procedura d'emergenza la Regione Sardegna indicazioni dal governo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: