L'ammiraglia di Silversea debutta finalmente in Italia

Venezia - "Silver Moon", l’attuale ammiraglia della compagnia di nvigazione monegasca Silversea Cruises, ha finalmente raggiunto l’Italia dopo aver debuttato nel corso dell’estate nel Mar Egeo. Questa lussuosa nave da 40 mila tonnellate di stazza lorda era stata consegnata dallo stabilimento Fincantieri di Ancona lo scorso autunno

di Matteo Martinuzzi

Venezia - "Silver Moon", l’attuale ammiraglia della compagnia di nvigazione monegasca Silversea Cruises, ha finalmente raggiunto l’Italia dopo aver debuttato nel corso dell’estate nel Mar Egeo. Questa lussuosa nave da 40 mila tonnellate di stazza lorda era stata consegnata dallo stabilimento Fincantieri di Ancona lo scorso autunno. Però a causa dell’emergenza pandemica era rimasta lo scorso inverno-primavera in disarmo tiepido in attesa di tempi migliori. Questi sono finalmente arrivati grazie ai severi protocolli sanitari studiati da Royal Caribbean, il gruppo statunitense che controlla Silversea, e oggi navigare con questo gioiello del Made in Italy viene considerato una vacanza all’insegna della massima sicurezza. Abbiamo potuto accompagnare “Moon” nel corso del suo primo viaggio dall’Italia per scoprire questo prodotto di nicchia targato Silversea, compagnia che quindi ha finalmente riportato lungo la Penisola i suoi ospiti, che rappresentano un importante indotto per i porti visitati visto l’elevata capacità di spesa individuale.

Quindi non si parla di grandi numeri, ma di turismo di qualità. La ripresa dopo il fermo pandemico in Italia è avvenuta per l’imbarco del Grand Voyage della "Silver Shadow" lo scorso 8 settembre, ma le crociere autunnali di “Moon” sono più significative visto che toccheranno più volte i porti imbarco e sbarco di Venezia e Civitavecchia, senza contare altri porti di scalo nello stivale che saranno accoppiati ad altre destinazioni in Croazia e Grecia. Va però introdotta brevemente la nave che ci ha ospitato: è la seconda di una serie di tre unità ordinate a Fincantieri (la terza, "Silver Dawn", verrà consegnata il mese prossimo) che hanno riscosso un immediato successo tra l’esigente clientela di Silvrsea. Queste unità, dal valore unitario di circa 320 milioni di euro sono lunghe 212 metri e possono ospitare un massimo di 623 passeggeri inclusi i letti extra.

Le navi conservano l’intimità della piccola unità, ma si distinguono per un allestimento raffinato e per le spaziose cabine, tutte suite, che sono il marchio distintivo di Silversea. La "Moon" però non è una semplice ripetuta del prototipo (la "Silver Muse"), ma anzi è un importante sviluppo della prima nave della serie. Infatti le aree interne della nave sono state adattate al Salt (Sea and Land Taste Programme), il nuovo programma esperienziale culinario di viaggio ideato dalla compagnia di lusso del gruppo Royal Caribbean. Il viaggio ha preso il via a Fusina, nella laguna veneta: ambiente poco adatto al prestigio di questa compagnia e dei suoi ospiti, ma che è conseguenza del decreto governativo che ha bandito le navi da crociera dal Canale della Giudecca a partire dal primo agosto scorso. In seguito la nave ha toccato Zara, Sebenico e Ragusa/Dubrovnik in Croazia, Corfù in Grecia e infine Giardini Naxos e Napoli, prima di sbarcare definitivamente a Civitavecchia.

Il protocollo sanitario di Silversea prevede che si possano imbarcare solo passeggeri completamente vaccinati da almeno 14 giorni: inoltre viene fatto un tampone antigenico all’imbarco ed uno a metà crociera. Questo permette di vivere la crociera in maniera molto rilassata e se non fosse per le mascherine obbligatorie negli ambienti interni quasi ci si dimenticherebbe della pandemia. Inoltre in Croazia e in Grecia i passeggeri muniti di certificato verde possono scendere liberamente dalla nave in ogni porto e questo permette di ricordare le vecchie vacanze in nave di un tempo. In Italia invece sono ancora permesse solo le escursioni protette organizzate dalle compagnie, un nonsense se si pensa a compagnie che viaggiano con solo vaccinati come Silversea.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: