"Msc Virtuosa", prua su Dubai

Genova - Lo scorso 7 novembre "Msc Virtuosa", la nave attualmente più grande della flotta Msc ha lasciato Genova per intraprendere il viaggio di riposizionamento verso gli Emirati Arabi. Ma non si tratta di un viaggio qualsiasi. Infatti la nave è attesa a Dubai il 27 novembre in vista del suo battesimo ufficiale a Mina Rashid

di Matteo Martinuzzi

Genova - Lo scorso 7 novembre "Msc Virtuosa", la nave attualmente più grande della flotta Msc ha lasciato Genova per intraprendere il viaggio di riposizionamento verso gli Emirati Arabi. Ma non si tratta di un viaggio qualsiasi. Infatti la nave è attesa a Dubai il 27 novembre in vista del suo battesimo ufficiale a Mina Rashid (Port Rashid). L'evento testimonia la crescente importanza dell’Emirato come destinazione da visitare per tutti i viaggiatori del mondo a cui si aggiunge l'importante contributo del settore crocieristico per lo sviluppo del turismo della città. Abbiamo accompagnato “Virtuosa” nella sua prima notte di viaggio verso Civitavecchia per scoprire questa nuova nave che ha già riscosso un grande successo nella sua stagione di debutto nelle isole britanniche.

Nonostante le difficoltà ancora persistenti nei viaggi internazionali, Msc ha organizzato questo trasferimento stagionale con passeggeri paganti a bordo, si parla di quasi 2.000 ospiti che raggiungeranno il caldo del Golfo Persico in circa tre settimane. In questo periodo con i viaggi di prossimità che ancora la fanno da padrona, questa è un piacevole ritorno al passato nella speranza che nel 2022 torni ad essere una consuetudine. Infatti i Grand Voyages sono sempre stati un prodotto di successo di Msc: “Virtuosa” è la seconda nave di classe Meraviglia Plus, un versione allungata del prototipo, 16 metri in più. Il concept della nuova ammiraglia, che ricalca quello delle sorelle precedenti, è stato ideato per stupire non solo gli affezionati del marchio Msc, ma anche i crocieristi abituati a viaggiare con le navi dei maggiori operatori mondiali del settore.

Simbolo di questa filosofia è la Galleria Virtuosa, che riprende il concetto della Royal Promenade. Una vera e propria strada interna alla nave, lunga 112 metri, alta due ponti e sormontata da una volta ailluminata a diodi, dove si trovano i principali locali di bordo e dove viene accentrato il flusso dei passeggeri. Anche qui è riproposto a bordo il concetto di nave nella nave dell’Msc Yacht Club: si trova posizionato nella zona più pregiata della nave, cioè la parte alta prodiera e i suoi allestimenti e servizi permettono agli ospiti più esigenti di avere un’esperienza di crociera tutto incluso a cinque stelle. Però la differenza maggiore tra “Virtuosa” rispetto la sorella “Grandiosa” è il nuovo Msc Starship Club con il primo barista umanoide al mondo, che offre un'esperienza di intrattenimento in un locale dallo stile futuristico. Ecco ora il riepilogo dei numeri di questo gigante: la anve ha una stazza lorda di 181 mila tonnellate, è lunga fuori tutto 331,43 metri e larga al galleggiamento 43.

La generazione elettrica è garantita da quattro motori Wärtsilä, due 12V46F da 14.400 kilowatt ciascuno e due 16V46F da 19.200 kilowatt: la potenza installata complessiva è così di 67,2 megawatt. Due azipod Abb da 19,2 megawatt ciascuno destinati alla propulsione permettono alla "Virtuosa" di raggiungere una velocità di 22,3 nodi. A bordo i passeggeri hanno a disposizione 2.421 cabine che danno alloggio a un massimo di 6.334 ospiti a cui vanno aggiunti 1.704 membri dell’equipaggio. Questo battesimo andrà inoltre a costituire parte delle celebrazioni che accompagnano il Giubileo d'oro degli Emirati Arabi Uniti (indipendenti dal 1971), mentre Dubai sta accogliendo visitatori da tutto il mondo per l’Expo 2020. Dopo l’evento, “Virtuosa” partirà da Dubai per il suo viaggio inaugurale della stagione invernale il 28 novembre, il primo di una serie di crociere di sette notti con tappa anche ad Abu Dhabi, Sir Bani Yas, Dammam e Doha.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: